Espugnate le roccaforti rosse

Exploit della Lega a Grosseto, Lolini: "Dallo 0 al 21% in pochi anni"

Nel collegio uninominale della Camera, l'esponente leghista demolisce l'uomo forte del PD in regione. "Il problema principale è il lavoro, sia per chi l’ha perso sia per chi ce l’ha ma vive situazioni difficili dal punto di vista economico. A Roma mi batterò per questo"

Marco Dozio
Exploit della Lega a Grosseto, Lolini: "Dallo 0 al 21% in pochi anni"

Foto da Facebook

Grosseto, collegio uninominale della Camera: da una parte la Lega con Mario Lolini, all’altra il PD con il capogruppo in regione Leonardo Marras. Pareva non ci fosse partita, secondo i soliti esperti che descrivevano come “blindati”, a favore del PD, quasi tutti i collegi della Toscana. E invece in questa terra sempre meno rossa, Renzi incassa un’altra bruciante sconfitta. Lolini stacca Marras di 9 punti, con la Lega al 21% e Forza Italia al 10%.

In un territorio dove il Carroccio alle precedenti Politiche, nel 2013, aveva racimolato lo 0,5%. Dallo 0 al 21% in 5 anni, con in mezzo l’exploit delle regionali nel 2015, la conquista di Grosseto e quella di Campagnatico, comune amministrato dal sindaco leghista Luca Grisanti. “Le ottime sensazioni della vigilia sono state confermate. Le visite di Salvini e Zaia ci hanno galvanizzato. Abbiamo vinto in quasi tutti i Comuni, questo successo è di portata storica”, spiega al Populista Lolini, imprenditore agricolo da 22 anni politicamente attivo come amministratore del territorio.

“Mi ritengo persona vicina ai problemi delle persone, umile e capace di ascoltare. Ho cercato il consenso con il ragionamento e l’ascolto, e il risultato è arrivato sconfiggendo l'uomo forte del PD in regione. Ha vinto il messaggio della Lega: stare vicino a chi lavora, creare occupazione per i giovani, quindi sicurezza e immigrazione. Ma il problema principale è il lavoro, sia per chi l’ha perso sia per chi ce l’ha ma vive situazioni difficili dal punto di vista economico. A Roma mi batterò per questo”.

La debacle del PD anche in questa zona ha raggiunto abissi inimmaginabili fino all’altro giorno: “Pagano il loro essersi allontanati dai problemi delle persone. Il PD è si pone come un partito di potere incapace di dare risposte ai bisogni profondi della società. La gente l'ha percepito, evitando di votare per chi non ha mantenuto le promesse”. Anche nella rossissima Piombino, inclusa nel collegio grossetano insieme all’isola d’Elba, la Lega vola. “Quella città industriale segnata dalla crisi è il paradigma di una tendenza: il PD è crollato rispetto alle precedenti consultazioni mentre la Lega è diventata il secondo partito. È cambiato tutto, l’appartenenza ideologica incide sempre meno nella scelte elettorali. Aggiungo che il clamoroso risultato di queste elezioni rappresenta un ottimo viatico per le prossime regionali in Toscana”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Promessa sposa a dieci anni, indagato il padre cingalese
la ragazzina per disperazione si è tagliata i polsi

Promessa sposa a dieci anni, indagato il padre cingalese

Reddito di cittadinanza M5S, Borghi: "Una pacchia per immigrati e rom"
Intervista al responsabile economico della Lega

Reddito di cittadinanza M5S, Borghi: "Una pacchia per immigrati e rom"

Pucciarelli: "Salvini? Su certi temi è più a sinistra della Cgil"
Intervista all'autore di "Anatomia di un populista"

Pucciarelli: "Salvini? Su certi temi è più a sinistra della Cgil"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU