Le nostre terre hub del terrorismo islamico

Tommaso Madia
Le nostre terre hub del terrorismo islamico
Qualche giorno fa sono state sequestrate nel porto di Gioia Tauro (RC) ben 24 milioni di compresse di Tramadolo ( la droga del combattente), ordinatamente confezionate in blister, del valore di 50 milioni di euro. Le pastiglie provenivano dall'India ed erano diretti in Libia dove sarebbero stati smerciati nei territori controllati dallo stato islamico. "A Gioia Tauro passa di tutto e in fondo non ci possiamo stupire più di tanto nell'individuare anche traffici di questo genere di sostanze", dice il procuratore aggiunto Dr. Gaetano Paci, responsabile per la Dda di Reggio Calabria dell'area tirrenica, il quale afferma: “tuttavia un dato nuovo e preoccupante c'è, perché per passare da Gioia Tauro bisogna chiedere "il permesso" ai clan che controllano in larga parte lo scalo”. "Da tempo, abbiamo cognizione di rapporti fra la 'ndrangheta e organizzazioni del Medio Oriente nonchè abbiamo individuato diversi vettori e famiglie riconducibili alla 'ndrangheta che sembrano impegnati in traffici di vario genere con organizzazione dell'area mediorientale". Pertanto sembra sempre più drammaticamente chiaro come l’italia (sopratutto quella meridionale) sia un hub del terrorismo internazionale di matrice islamica che insieme con le varie mafie territoriali hanno realizzato il molto probabile accordo (di cui si parla già da tempo…) che si riassume molto semplicemente : niente attentati in Italia e invece realizziamo affari insieme dalla droga, alle armi e sopratutto ai migranti clandestini che consentono sia di guadagnare soldi e sia la mobilità dei combattenti!!!...Altro che le chiacchiere di Alfano e Minniti!!!! Tommaso Madia - Catanzaro

88100 Catanzaro CZ, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU