adesso se le suonano fra di loro

Libano, Isis contro al-Qaeda. Decine di morti e feriti

I media locali: "I combattimenti si sono intensificati causando ulteriori vittime da entrambi le parti" prima che i miliziani qaedisti riuscissero ad espugnare "due postazioni del Califfato"

Redazione
Libano, Isis contro al-Qaeda. Decine di morti e feriti

Ora se le suonano anche fra di loro. Perché la religione è un pretesto e quella acui stiamo assistendo è una lotta per il potere. Violenti scontri, con morti e feriti, tra jihadisti dello Stato Islamico (Isis) e combattenti di al-Qaeda sono scoppiati nella parte orientale del Libano a ridosso della frontiera con la Siria. A riferirlo sono media ufficiali libanesi.

Secondo quanto ha riportato l'agenzia stampa ufficiale libanese Nna-Leb "ci sono morti e feriti nei violenti scontri scoppiati nel corso della giornata di ieri tra uomini armati dell'organizzazione dell'Isis e miliziani di Jabhat fath al Sham", il "Fronte per la Conquista della Grande Siria", il nuove nome del Fronte al Nusra, filiale siriana ufficiale di al-Qaeda prima della rottura dei legami con la casa madre annunciata lo scorso luglio.

Teatro degli scontri, secondo l'agenzia, sono stati le località di Wadi al Dub nella parte orientale di Jirud Arsal a nord della Bekka, zona nei pressi della frontiera siriana dove sono attivi gruppi jihadisti sunniti anche locali. Stando alle informazioni raccolte dall'agenzia "i combattimenti si sono intensificati nel pomeriggio di ieri causando ulteriori vittime da entrambi le parti" prima che i miliziani qaedisti riuscissero ad espugnare "due postazioni all'organizzazione dell'Isis".


E parrebbe invece essere credibile la rivendicazione che l'Isis ha rilasciato martedì 4 ottobre, dopo che un attentato suicida avvenuto nella sera di martedì 3 durante una festa di matrimonio a Hassaka, nel nord-est della Siria. Bilancio, 31 morti, tra i quali 5 bambini, e 80 feriti. L'attacco terrorista è avvenuto durante una festa nella sala per ricevimenti di Al Sanabil. Il matrimonio era quello di un membro delle Forze democratiche siriane (Sdf), sostenute dagli USA, nelle quali le milizie curde dell'Ypg hanno un peso predominante e che negli ultimi anni hanno messo a segno una serie di importanti successi militari contro i jihadisti dello Stato islamico.

In un comunicato diffuso via internet, l'Isis aveva identificato l'attentatore con il nome di Abu Barai al Ansari, precisando che aveva aperto il fuoco sui partecipanti alla festa prima di azionare il giubbetto esplosivo che indossava. Lo scorso agosto Hassaka è stata teatro per una settimana di combattimenti tra le forze governative siriane e le milizie curde, un caso quasi senza precedenti nei cinque anni e mezzo della guerra civile in Siria durante i quali i due fronti avevano rispettato una sorta di tregua non dichiarata ufficialmente.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU