l'attacco al leader leghista

Zingaretti: "Decreti sicurezza? Decreti propaganda!"

"Dobbiamo riprendere un modo intelligente accanto ai sindaci di produrre integrazione e accoglienza per evitare che l'immigrazione diventi un problema; bisogna unire legalità, sicurezza e umanità"

Redazione
Zingaretti: "Decreti sicurezza? Decreti propaganda!"

"Invito tutti a non chiamare mai più i decreti di Salvini decreti sicurezza, io li chiamerei decreti propaganda, di un pensiero politico che individuava nell'immigrato il pericolo per le persone. Era un sillogismo falso". Così il presidente della Regione Lazio e segretario del Pd Nicola Zingaretti intervistato da Fabio Fazio a Che tempo che fa su Rai3 parlando dei decreti di cui oggi saranno discusse le modifiche o l'abolizione: "Mi auguro da quello che ho letto che scomparirà la vergogna di rimandare a casa persone che se tornano a casa rischiano la propria vita - afferma -. Dobbiamo riprendere un modo intelligente accanto ai sindaci di produrre integrazione e accoglienza per evitare che l'immigrazione diventi un problema; bisogna unire legalità, sicurezza e umanità. Si dovrà intervenire, come ha chiesto il presidente della Repubblica, sull'enormità di sanzioni che non avevano alcun senso, se non quello di intimidire chi stava tentando di salvare vite umane; io credo ci saranno molte cose positive che aumenteranno la sicurezza in questo Paese, al contrario di quanto dice la destra. Quei decreti aumentavano la paura, non la sicurezza".

Per Zingaretti "c'è bisogno di un salto di qualità in quest'alleanza. Ci abbiamo messo un anno, troppo tempo. Ora siamo arrivati a un approdo positivo", "dobbiamo fare un salto di qualità affinché non accada mai più che per buttare quei decreti propaganda che Salvini aveva fatto dobbiamo aspettare un anno". 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Onlus Peppino Vismara: aiuta i bisognosi, ma licenzia 105 persone
Chiuderà la storica sede in provincia di Milano

Onlus Peppino Vismara: aiuta i bisognosi, ma licenzia 105 persone


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU