600 km quadrati sottratti all'Isis

In Siria, attentati con autobomba in varie regioni: sarebbero almeno 38 i morti

Gli episodi più gravi si sono verificati a Tartus, vicino a una base navale russa. Altre esplosioni si sono registrate nei pressi di Damasco, a Homs e a Hasake

Redazione
In Siria, attentati con autobomba in varie regioni: sarebbero almeno 38 i morti

Edificio distrutto da un'autobomba a Homs. Foto ANSA

Quattro autobomba sono esplose nella mattinata di lunedì 5 settembre in regioni siriane controllate dai governativi: due ordigni sono esplosi a Tartus, sulla costa, un altro vicino Homs, nel centro del Paese, e un quarto a Sabbura, tra Damasco e il confine con il Libano. Un primo bilancio parla di almeno 38 vittime, di cui 4 soldati governativi. Tartus ospita fra l'altro la base navale russa. Intanto non c'è intesa fra Mosca e Washington al G20 sulla crisi siriana, con divergenze a cominciare dal cessate il fuoco, ma i russi fanno sapere che il lavoro va avanti.

Le prime due esplosioni sono avvenute lungo una strada alle porte della città costiera, che ospita una base navale russa: "Abbiamo avuto notizia di una doppia esplosione all'ingresso della città di Tartus, sull'autostrada, sotto il ponte Arzuna", ha riferito l'agenzia Ria Novosti citando le forze dell'ordine locali. Quelli avvenuti a Tartus sarebbero gli episodi più gravi, che hanno causato il maggior numero di morti.

Secondo fonti militari turche, dall'inizio dell'operazione "Scudo dell'Eufrate", il 24 agosto, l'esercito di Ankara e i ribelli siriani suoi alleati avrebbero tolto circa 600 km quadrati di territorio allo Stato islamico e alle milizie a maggioranza curda delle Forze democratiche siriane. Il premier di Ankara, Binali Yildirim, domenica 4 settembre ha affermato che "da Azaz a Jarablus, 91 km del nostro confine sono stati interamente messi al sicuro. Tutte le organizzazioni terroristiche sono state respinte e sono fuggite".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Trema pure Mattarella: "L'Ue rischia di saltare"
ormai non ci crede più neanche lui

Trema pure Mattarella: "L'Ue rischia di saltare"

Il mandante
parola di Sultano

Il mandante

Tu, islamico, ferma gli assassini maomettani!
Londra, il primo cittadino musulmano non batte un colpo

Tu, islamico, ferma gli assassini maomettani!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU