accusati di connessioni con i curdi

Continuano le purghe turche. Questa volta nel mirino gli insegnanti

Secondo l'annuncio dato dal premier Binali Yildirim, sarebbero 14mila le procedure di sospensione già avviate nei confronti di docenti nel sud est del Paese, "tutti con legami con il terrorismo"

Redazione
Continuano le purghe turche. Questa volta nel mirino gli insegnanti

Dopo i 28mila licenziamenti, divenuti ufficiali la scorsa settimana, una nuova ondata di epurazioni si preannuncia nel settore della pubblica istruzione in Turchia. Stavolta però, a determinare l'inizio della procedura di sospensione (ed eventuali licenziamenti), non saranno legami (presunti o comprovati) con la confraternita di Fetullah Gulen, accusato di essere la mente del fallito colpo di stato del 15 luglio, bensì le connessioni con il partito curdo dei lavoratori (Pkk).



Secondo l'annuncio dato dal premier Binali Yildirim, sarebbero 14mila le procedure di sospensione già avviate nei confronti di insegnanti nel sud est del Paese, "tutti con legami con il terrorismo", tutti tenuti lontano all'insegnamento in attesa "che le indagini a loro carico diano dei risultati". "Il terrore non si annida solo nelle montagne, ma anche nello Stato. Tra questi terroristi e gli uomini di Gulen non c'è alcuna differenza".


Con queste parole il premier ha spiegato le epurazioni che, ormai da più di un mese, il governo sta operando in Turchia, prima di annunciare una nuova ondata di sospensioni nel settore pubblico, stavolta per legami con il Pkk, dopo i 40mila licenziamenti della scorsa settimana motivati da legami con Gulen."Bisogna dare una lezione a coloro che uccidono con le bombe. Il terrorismo sparirà dall'agenda della politica turca" ha affermato Yildirm.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Corea del Nord: "La guerra è inevitabile"
e fu così che sparì pyongyang

Corea del Nord: "La guerra è inevitabile"

L'Europa odierna è sulla via del tramonto: come la vecchia Unione Sovietica
il piano segreto di Merkel, Macron e Juncker

Klaus: "L'immigrazione? Voluta ad arte per annientarci"

Muslim ban, Trump ce l'ha fatta
Terrore in Gran Bretagna: il principino nel mirino del jihad
l'isis contro il figlio di William e Kate

Terrore in Gran Bretagna: il principino nel mirino del jihad


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU