"Elezioni subito, prima possibile"

Salvini: "Adesso nessun inciucio. A gennaio facciamo le primarie, poi andiamo al voto"

Per il leader leghista, intervistato dalla 'Stampa', i punti del programma irrinunciabili sono la sovranità monetaria, la difesa dei confini e la flat tax

Redazione
Salvini: "Adesso nessun inciucio. A gennaio le primarie, poi andiamo al voto"

Matteo Salvini. Foto ANSA

"Elezioni subito, prima possibile. Il messaggio degli italiani è chiaro": così il grande trionfatore della consultazione referendaria di domenica, Matteo Salvini, in un'intervista pubblicata martedì sulla Stampa."Mi sta bene la legge elettorale che uscirà dalla sentenza della Consulta. E poi alle urne" afferma il leader leghista al quotidiano torinese, aggiungendo: "Il toto nomine che stanno facendo è di pessimo gusto. Noi non ci uniamo al casting. Il Pd ha la maggioranza in Parlamento, scelga. Vigileremo che Renzi non faccia l'ennesima capriola e che qualcuno non tiri a campare. Ma nessun inciucio: è d'accordo anche Berlusconi".

Per quanto riguarda la coalizione alternativa alla sinistra e ai grillini, Salvini considera obbligato il passaggio per le primarie: "Qualunque leadership e programma dovrà essere votati dagli elettori. Il tempo delle investiture dall'alto è finito", per cui si rendono necessarie le "primarie per dare vita a una federazione di partiti con identità diverse, ma uniti da un programma chiaro" e per quanto riguarda la tempistica "gennaio andrebbe benissimo". Poi, spiega Salvini alla Stampa, "in piazza a spiegare la nostra candidatura e i nostri programmi. A differenza di altri che campano di no e poi combinano disastri come a Parma o a Roma, noi quando governiamo lo facciamo bene. Vedi Veneto e Lombardia".

Salvini spiega che i punti del programma irrinunciabili per la Lega sono almeno tre: "Sovranità monetaria, difesa dei confini, flat tax. Su questo non si media". Una battuta per Maria Elena Boschi, che le cronache hanno raccontato piangente nella notte della sconfitta: "Anche i risparmiatori di Banca Etruria hanno pianto. E piangeva pure la Fornero". Infine, una stoccata al Matteo perdente, che di cognome fa Renzi: "Sarà dignitoso solo quando uscirà finalmente da Palazzo Chigi con gli scatoloni. Diciamo che si è impegnato allo spasimo in una campagna anche fisicamente massacrante. Adesso, però, si volta pagina. E grazie agli italiani".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"
Parla l'italiana che ebbe con lui una relazione

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU