come ti ammazzo nel nome del jihad

I palestinesi e la propaganda. La tv al servizio dell'Intifada

Palestinian tv, mostrava in passato, a ciclo continuo, fictions fasulle sui "violenti interrogatori" della polizia israeliana ai danni di giovani sospettati di essere potenziali kamikaze, o familiari di martiri suicidi

Redazione
I palestinesi e la propaganda. La tv al servizio dell'Intifada

Da diversi anni il mondo islamico ha capito l'importanza della tv per la propaganda televisiva a favore dell'odio antioccidantale. Un esempio? La Palestina. La tv locale, Palestinian tv, mostrava in passato, a ciclo continuo, dei video, delle fictions, che ricostruiscono i violenti interrogatori della polizia israeliana ai danni di giovani sospettati di essere potenziali kamikaze, o familiari di martiri suicidi.


Nei video, alcuni dei quali anche sotto forma di videoclip musicali chiaramente rivolti ai giovani, si parlava di violenze psicologiche e fisiche ai danni dei sospetti. Nessuno vi sarebbe sfuggito, neppure i bambini, quei bambini che da anni sfidano la polizia di Tel Aviv a colpi di pietre. Scorrono le testimonianze, vere o false che siano. Si parla di botte e minacce. Il video è chiaramente propagandistico. Il giorno dopo la trasmissione, la tv palestinese venne oscurata. Ma decine di altre tv satellitari in lingua araba sono sorte in questi anni e mostrano di tutto: le presunte efferate violenze dell'Occidente, degli USA e di Israele verso i musulmani, i funerali dei martiri con la gente che piange e le donn e in burqa che si dimenano.


Quando poi è l'Occidente stesso, a fornire su un piatto d'argento, il pretesto per propagandare l'odio, il più è fatto. In pace come in guerra le atrocità vengono spesso compiute da ambo le parti. Studio Aperto in passato ha recuperato un filmato che mostra alcuni bambini palestinesi picchiati selvaggiamente dagli inglesi, per aver lanciato sassi durante una manifestazione. Il video venne girato con un cellulare da un militare che britannico che rideva ed incitava al pestaggio dei ragazzi disarmati. A seguito della trasmissione del filmato amatoriale, le autorità inglesi apriranno un’inchiesta; ma le immagini, divulgate via web e riproposte ossessivamente dalle tv di lingua araba, alimentano sentimenti antioccidentali.


È giusto? È sbagliato? Quale è il confine tra informazione e propaganda? È giusto che l’Occidente se lo chieda, ma il problema è che adesso anche il mondo arabo ha scoperto l’influenza propagandistica che la tv riesce ad avere sulle masse. E ne sta approfittando. Vi sono tv arabe che ripropongono a ritmo incessante videoclip vittimismi, che fanno infuriare il mondo islamico, contro l’Occidente. I bambini sono spesso un elemento emotivamente giocabile, di sicuro effetto.


L'Isis ha imparato la lezione; usa questo materiale per indottrinare via web le menti deboli, assieme ai filmati splatter, sanguinari, in cui si mostra - con un montaggio delle immagini "ad effetto", degno di un film hollywoodiano - come il Califfato "punisca" gli infedeli. Il tutto, con il malcelato intento di seminare il terrore. Sarà importante che i servizi segreti (ma anche le "anime belle" del buonismo e dell'accoglienza a tutti i costi) lo tengano presente.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo

Che tranvata per Frau Merkel: la Cdu crolla sotto i colpi della Spd. Affermazione dei populisti
elezioni in bassa sassonia: Affermazione dei populisti

Che tranvata per Frau Merkel: crolla sotto i colpi della Spd


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU