Intervista a "Repubblica"

Matteo Salvini: "Mattarellum per decreto, primarie a marzo e poi alle elezioni"

Secondo il leader leghista con l'inciucio Pd-Fi si spalancano le porte alla troika. "Sospendere Schengen e reintrodurre i controlli alle frontiere interne"

Redazione
Matteo Salvini: "Mattarellum per decreto, primarie a marzo e poi alle elezioni"

Matteo Salvini. Foto ANSA

Matteo Salvini, in un'intervista pubblicata venerdì da Repubblica, replica in modo chiaro e inequivocabile a chi blatera di fantomatiche "intese" con Matteo Renzi sulla legge elettorale: "Nessuna intesa" - chiarisce il leader leghista. "Più che altro siamo a un mese esatto dal referendum e per molti è come se non fosse successo niente. Da Mattarella ad Alfano, da Grillo a Berlusconi, tutti a voler rinviare le elezioni. Ecco, di Renzi apprezzo quanto meno la volontà di tornare a elezioni in primavera".

Alla domanda se voterebbe con lui il Mattarellum, Salvini risponde: "Mattarellum o altro. Mi aspetto che Renzi faccia presentare al governo, prima della Consulta del 24 gennaio, un decreto di modifica della legge elettorale, così da costringere il Parlamento a votarlo entro 60 giorni. Perché se qui aspettiamo la Consulta telecomandata da Napolitano, le motivazioni successive, il ritocco della legge in aula, andiamo a fine anno e addio. Mentre la ripresa è a zero, l'economia sta morendo, ogni giorno chiudono 150 aziende, servono governo e Parlamento legittimi. Non uno che manda Scilipoti a rappresentare l'Italia alla Nato".

Al giornalista che gli fa notare che Silvio Berlusconi non è intenzionato a mandare a casa presto Paolo Gentiloni, replica: "Evidente, dice: più tardi si vota meglio è. Ormai non è più in sintonia con l'elettorato. Capisco i suoi problemi aziendali, ma gli interessi degli italiani sono altra cosa. Io penso invece che con l'inciucio Pd-Fi si spalanchino le porte alla troika. Di morire di Europa, di Merkel, di Bce, non ho alcuna voglia. Se ce l'ha lui, si accomodi". Salvini afferma poi che al momento "non è in agenda" un incontro con Berlusconi, "penso ad altro" e rilancia l'azione politica: "Parte una grande mobilitazione, anche di piazza, a ridosso della Consulta, poi su programma e candidato premier ci affideremo al giudizio degli elettori", conclude il segretario della Lega, secondo il quale le primarie potrebbero tenersi "anche a marzo".

Sull'immigrazione "mi fa piacere - dice Salvini - che almeno ora si siano resi conto che occorra identificare e espellere. Ma in cinque anni di Monti, Letta e Renzi è entrato oltre un milione di persone, liberi tutti. Io sono per sospendere Schengen, reintrodurre il controllo alle frontiere anche tra paesi europei. Navi solo per soccorrere, curare e riportare indietro. Dopo aver respinto i primi cinque barconi di immigrati, gli scafisti ai quali rovini il business ci penseranno due volte".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Reddito di cittadinanza M5S, Borghi: "Una pacchia per immigrati e rom"
Intervista al responsabile economico della Lega

Reddito di cittadinanza M5S, Borghi: "Una pacchia per immigrati e rom"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU