denuncia ambientalista

Imposizioni dall'alto: un territorio ferito e lacerato

Carlo Angelo Vezzini è Capofila del Piano di Sviluppo dell’Oglio Po

Carlo Angelo Vezzini
Imposizioni dall'alto: un territorio ferito e lacerato

Ci sono territori che hanno imparato a investire su se stessi per crescere e migliorarsi, valorizzare le risorse, il patrimonio enogastronomico, l’ambiente e le tradizioni innescando meccanismi di sviluppo. Eppure sono a rischio estinzione, attaccati e sovrastati nella loro libera autonomia da imposizioni che arrivano dall’alto perché si tratta di aree rurali, per lo più fatte di comuni piccoli e sconosciuti. Comuni piccoli ma dal cuore grande e con una forte volontà di porsi in modo autonomo nelle proprie scelte di sviluppo su temi quali l’ambiente, la qualità della vita, l’innovazione…


Ne è un esempio l’Oglio Po, al centro della Pianura Padana Lombarda e tra i due fiumi da cui prende il nome. Quasi 50 comuni (a cavallo tra le Province di Cremona e Mantova) si sono organizzati in una Società, l’Oglio Po terre d’acqua, insieme ai privati che hanno creduto nella sfida gestendo in autonomia oltre 28 milioni di euro su iniziative per l’autosufficienza energetica, l’innovazione in agricoltura, la mobilità sostenibile, il presidio del patrimonio culturale, il design e la ricerca. Risorse economiche aggiuntive rispetto all’ordinario, grazie alla capacità di far leva sull’identità locale con progetti che hanno favorito collaborazioni importanti (come con la Comunità Ebraica di Milano, per la prima rete in Italia sul tema della cultura ebraica nelle sue diverse sfaccettature – storia, tradizioni alimentari, diversificazione agricola, turismo).


Lo sviluppo locale non arriva mai alla ribalta della cronaca, ma fa notizia il caso dell’Oglio Po, dove si sta cercando di sovrastare la libera autonomia di un territorio per imposizioni che arrivano dall’alto, che ne determinano la spaccatura, lo indeboliscono e, purtroppo, lo stanno facendo scomparire nella sua identità territoriale. Quanti disastri ha portato la politica degli interessi personali, che non rispetta ciò che funziona e senza padroni, ma anzi lo aggredisce proprio perché funziona e senza padroni. Non c’è colore politico che ne sia immune, purtroppo, ma darne notizia accende una luce su un’Italia spesso trascurata.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Compagni, la festa è finita...
cala il sipario sul bomba

Compagni, la festa è finita...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU