SCHEGGE DVRACRVXIANE: caso floyd, l'altra campana

E noi dovremmo inginocchiarci per delle belve che massacrano disabili e bruciano librerie?

La responsabilità penale è personale. E quel poliziotto pagherà penalmente il suo misfatto, se un giudice statunitense lo riterrà colpevole

Helmut Leftbuster
E noi dovremmo inginocchiarci per delle belve che massacrano disabili e bruciano librerie?

La responsabilità penale è personale. E quel poliziotto pagherà penalmente il suo misfatto, se un giudice statunitense lo riterrà colpevole. Punto. Ma il principio bacato secondo il quale, appartenendo noi “caucasici” alla medesima etnia dell'agente che avrebbe ucciso George Floyd, dovremmo inginocchiarci tutti per espiazione solidale verso la presunta responsabilità di chi gli ha messo il ginocchio sul collo, è un approccio tribale ed, esso sì, doppiamente razzista.

E' razzista perché divide gli esseri umani per razze, mentre l'umanità è costituita da individui che non sono meri rappresentanti della loro etnia d'appartenenza. Ed è razzista perché colpevolizza un'intera componente etnica mondiale (bianca? Caucasica? Occidentale? Boh!) per la responsabilità personale, ancora tutta da verificare, di un poliziotto che avrebbe soffocato un pluripregiudicato a cui è stato peraltro, in sede di autopsia, addirittura diagnosticato il coronavirus (Adnkronos del 4 giugno).

Ma il peggio è che, mentre le solite animelle si genuflettono alla colossale menzogna dell'antirazzismo con lauta generosità di flatulenze annesse per lo sforzo, negli Usa branchi di belve razziste stanno letteralmente massacrando cittadini inermi e indifesi colpevoli solo di avere la pelle chiara, e le cui sorti, a giudicare dai video che dilagano ovunque ad opera di cittadini disperati, non sono certo liete. Già, perché con questo clima da inquisizione mandeliana, state pur certi che nessuno verrà a dirvi se qualcuno di quei poveracci, dopo la macellazione, ci avrà rimesso le penne. Sinora hanno potuto ammettere solo la morte di un poliziotto, David Dorn, già di per sé sufficiente a rendere tutti quegli “antifa” facinorosi anche degli assassini. Ma hanno divulgato la notizia solo perché nero anch'egli, a dimostrazione che le purghe del “black power” sono piuttosto sommarie.

Intanto, da noi, in ossequio a queste bellurie antropologiche, sedicenti artisti, interi comparti calcistici terrorizzati di perdere gli sponsor, editori d'ogni misura e persino presentatori televisivi, si genuflettono al dogma politicamente corretto rivolgendosi a totemici murales (come quello di Napoli) talmente poco inclusivi e realistici da ritrarre come vittime di razzismo volti di soli neri, a riprova della loro indole sostituzionista sin nella scritta che vi campeggia sotto: “è ora di cambiare il mondo”. La grande antropologa Ida Magli, nel suo libro Dopo L'Occidente, sostiene che quando le masse extraeuropee avranno realizzato la conquista demografica dell'Europa, esse distruggeranno tutto ciò che potrebbe ancora testimoniare anche un vago ricordo della civiltà occidentale; non è un caso che i manifestanti afroamericani, tra una brutalità, una razzia e un omicidio, abbiano trovato anche il tempo di devastare la storica libreria di fantascienza Uncle's Hugo Science Fiction Bookstore, la più antica libreria indipendente d'America, ed un estremo baluardo di “sehnsucht” europeo d'oltreoceano.

Del resto non ci meraviglia che a bruciare i libri, come hanno fatto tutti i più grandi carnefici della storia e tutti i più spietati nemici della verità, sia gente capace di scaricare un intero estintore su una disabile in carrozzina, per poi continuare a malmenarla brutalmente, solo per il colore della sua pelle. E allora, viste queste immagini, se proprio avete voglia di inginocchiarvi, fatelo per concedervi qualcosa di più rilassante.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Dirottò un bus: il pm chiede 24 anni per il senegalese
voleva protestare contro il dl salvini

Dirottò un bus: il pm chiede 24 anni per il senegalese

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

BolSomaro
ha sottovalutato il covid, se l'è beccato

BolSomaro

USA, la fidanzata di Donald Trump Jr positiva al coronavirus
Membro della campagna di Trump, è asintomatica e in isolamento

USA, la fidanzata di Donald Trump Jr positiva al coronavirus

Sparatoria in Alabama, muore un bimbo di otto anni
la follia esplode al centro commerciale

Sparatoria in Alabama, muore un bimbo di otto anni


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU