milano, scattano le manette

Appalti Expo: c'era pure Cosa Nostra

Scoperto un sistema di false fatturazioni attraverso cui il denaro veniva riciclato in Sicilia a favore di uno dei clan di Pietraperzia, in provincia di Enna

Redazione
Appalti Expo: c'era pure Cosa Nostra

Foto ANSA

Nolostand, società interamente controllata da Fiera Milano che ha ricevuto commesse per realizzare l'allestimento di alcuni padiglioni di Expo, è stata commissariata nell'ambito nell'inchiesta che questa mattina ha portato ad una serie di arresti per presunte infiltrazioni mafiose in alcuni appalti della Fiera di Milano e dell'esposizione Universale milanese.


Undici le ordinanze di custodia cautelare per altrettante persone accusate di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati tributari, appropriazione indebita e riciclaggio. Le hanno eseguite stamani i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Milano su disposizione del gip Maria Cristina Mannocci. L'operazione, denominata 'Giotto' e coordinata dalla Procura delle Repubblica di Milano nelle persone del procuratore aggiunto Ilda Boccassini e dei sostituti procurati Sara Ombra e Paolo Storari, riguarda persone riconducibili ad aziende coinvolte nell'affidamento di appalti per l'Expo.


Secondo quanto emergerebbe dalle indagini, le società del consorzio di cooperative specializzato nell'allestimento di stand erano intestate a prestanomi e ricorrevano a un sistema di false fatturazioni attraverso cui il denaro veniva riciclato in Sicilia a favore di uno dei clan di 'Cosa Nostra' di Pietraperzia, nella provincia di Enna. Coinvolto tra gli altri anche un avvocato di Caltanissetta. Il Gico della Guardia di Finanza sta effettuando anche un sequestro preventivo per circa cinque milioni di euro. Nell'operazione sono impegnati oltre 150 finanzieri

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU