ennesima genialata del parlamento europeo

Bruxelles? Ufficio di Collocamento per clandestini

Gli eurobuonisti PD chiedono che si trovi lavoro per tutti gli immigrati. E per gli italiani, pardon, gli europei? C***i loro...

Alessandro Morelli
Bruxelles? Ufficio di Collocamento per clandestini

La Ue non si occupa solo di curvatura dei cetrioli o della banane o della lunghezza delle vongole e a darne prova è il Parlamento europeo, che richiama l’attenzione sull'importanza di "creare le condizioni per l'accesso dei migranti al mondo del lavoro". Secondo la maggioranza degli eurodeputati, tutti i Paesi si devono sforzare nell'assicurare un alloggio, un lavoro, la possibilità di formarsi e istruirsi, l'accesso all'assistenza sanitaria e alla protezione sociale che possono restituire dignità e autostima a rifugiati e richiedenti asilo. Così afferma quella Unione che a breve di Europeo avrà solo il nome.


Parliamo di un'Europa che non si rende conto dell'invasione in atto in un Paese come l'Italia, che ha una disoccupazione che non si schioda dall'11,5%, con punte drammatiche sul fronte dei giovani inoccupati; e che adesso invita gli Stati nazionali a mettere a disposizione alloggi e lavoro. Auguri.


"Investire in politiche di integrazione dei migranti nel mercato del lavoro può rappresentare una opportunità di sviluppo economico e culturale anche per i paesi europei: con un impiego i rifugiati hanno la possibilità di rendersi indipendenti e di contribuire all'economia dei paesi ospitanti". È quanto sostiene il testo del rapporto presentato durante la plenaria a Strasburgo dal relatore ed eurodeputato del Partito Democratico, Brando Benifei, sull'inclusione sociale e integrazione dei rifugiati nel mercato del lavoro. "Un alloggio, un lavoro, l’accesso all'assistenza sanitaria possono restituire dignità a rifugiati e richiedenti asilo", sostiene.

Lo scopo, secondo l'esponente PD, è quello di "investire maggiori risorse pubbliche sia da parte degli Stati membri che dell’Unione", stanziando ben un quarto del Fondo sociale europeo per i clandestini! L'intento è palese: mettere nell'angolo i populisti integrando i rifugiati, ammesso che costoro vogliano esserlo veramente (e non pare, da come si comportano e dal fatto che chiedano, ad esempio, cibo etnico, scuole islamiche, piscine riservate, moschee; insomma, tutto quanto fa la differenza fra noi e loro).


A Bruxelles la fanno facile. "Si rende necessario", scrivono gli eurobuonisti, "lavorare anche sulle procedure di riconoscimento delle qualifiche e competenze dei richiedenti asilo, con valutazioni più tempestive, trasparenti ed eque per un corretto inserimento nel mondo del lavoro". "Questo non porterebbe a un dumping retributivo per i rifugiati o alla creazione di un mercato del lavoro alternativo per rifugiati", dicono. Solo che non si capisce dove andranno a prendere i soldi per stipendiarli. E poi c'è il nodo della cultura. La nostra a loro non va bene: la storia, ad esempio, deve essere riscritta. Danno fastidio le crociate. Ma anche la cultura: Dante che mette Maometto all'inferno, l'Idomeneo di Mozart nella versione blasfema di Hans Neuenfels, e via dicendo.


E dunque? Niente paura, ci pensa Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura. Che dice: "Ho ribadito con forza l'appello lanciato in Commissione Cultura affinché l'Ue e gli stati membri istituiscano corridoi educativi attraverso la promozione di accordi con le università europee e l'Unione delle università del Mediterraneo (Unimed) per ospitare studenti rifugiati provenienti da zone di conflitto, in modo da facilitare il loro accesso al mondo delle lavoro e l'inclusione nella società civile". Benissimo. Ma cosa, e soprattutto come, andrà insegnato, nel rispetto dei "corridoi educativi" radical-chic? No, perchè sino agli anni '50 nei circoli di Medina e la Mecca si sosteneva ancora che la Terra fosse piatta. Come la testa di certe nostre "anime belle".

"La risoluzione richiama a un impegno maggiore nella lotta contro la xenofobia e le discriminazioni, allo stesso tempo sottolinea l'importanza di garantire ai rifugiati l'accesso a corsi sui valori e i diritti fondamentali europei e la cultura Ue", si legge nel testo. Ed il problema è proprio questo: la cultura Ue. Che i cittadini di Paesi extra-Ue ovviamente non riconoscono e che vedrebbero, non a torto, come un'imposizione. Ma a Bruxelles (la risoluzione è stata approvata da 486 voti favorevoli, 189 contrari e 28 astenuti, fra le proteste di chi ha accusato il PD di pensare solo agli stranieri e non agli italiani, o agli europei) e Benifei per ora ride: "Sono orgoglioso del voto contrario di Marine Le Pen, Matteo Salvini e Nigel Farage, in netta minoranza nell'Aula". Solo che... ride bene chi ride ultimo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU