case gratis agli immigrati

L'ultima del Comune di Milano: "Appello ai proprietari: date ospitalità gratuita"

Il leghista Rolfi: "Non diventi la scusa per dar vita a microcentri di accoglienza a macchia di leopardo sul territorio milanese, che condividono lo stesso pianerottolo con ignari cittadini"

Redazione
L'ultima del Comune di Milano:  "Appello ai proprietari: date ospitalità gratuita"

A sinistra, il leghista bresciano Fabio Rolfi

Si chiama "Open homes" e a Milano parte in collaborazione con Palazzo Marino e Airbnb; obiettivo, "offrire una sistemazione temporanea a profughi già titolari di protezione internazionale", invitando i proprietari di case a cederle gratuitamente. Una proposta che sta già facendo salire la Lega sulle barricate. “Quest'iniziativa di Airbnb sponsorizzata dal Comune di Milano appare pericolosa e da approfondire: non vorremmo che l’invito a mettere a disposizione appartamenti e seconde case per i profughi diventasse la scusa per dar vita a microcentri di accoglienza a macchia di leopardo sul territorio milanese, che condividono lo stesso pianerottolo con ignari cittadini, non a conoscenza della cosa fino a giochi fatti.” Lo afferma Fabio Rolfi, vice capogruppo della Lega Nord al Pirellone commentando il progetto lanciato sulla nota piattaforma di turismo online.


“Detto questo", prosegue Rolfi, "bisognerebbe poi affrontare il discorso di come questi siti che fanno da mediatori per chi affitta case per brevi periodi si muovano nell’ambito di una tipologia di offerta, quella delle seconde case, che già oggi, grazie a buchi normativi, può eludere le regole previste per alberghi, bed & breakfast, ostelli e altre strutture turistiche. Basti pensare ad esempio alle normative sulla messa in sicurezza dei locali, oppure alla differenza esistente con gli hotel, dove tutti gli ospiti devono essere identificati in appositi registri messi a disposizione delle forze dell’ordine, cosa che non avviene quando si tratta di seconde case. Da tempo la Lega Nord in Regione chiede una più stretta regolamentazione di questo ambito, per esempio attraverso l’istituzione di un registro delle seconde case e mediante l’obbligo di esibire una targa di riconoscimento per coloro che affittano queste abitazioni per brevi periodi".


"In questo modo si avrà una conoscenza più approfondita di un mercato che risulta attualmente molto nebuloso, facendo emergere il sommerso. Inoltre i cittadini residenti nei condomini e nelle strutture dove son presenti queste seconde case hanno il diritto di sapere di convivere con un contesto soggetto ad affitti brevi, con un turn over significativo di persone. È anche una questione di sicurezza pubblica e abbiamo intenzione di rilanciare con forza questa iniziativa. A questo proposito", conclude Fabio Rolfi, "faccio appello all’Assessore Parolini affinché dia seguito agli ordini del giorno e agli atti d’indirizzo sul tema già approvati dal Consiglio regionale”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Esclusivo / Salvini in Israele. Navon: "Populisti? Sì grazie"
dal nostro corrispondente max ferrari

Esclusivo / Israele accoglie Salvini

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini
ma la chiesa si occupa di anime o di far politica?

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini

"I militari non possono non essere sovranisti"
Il Generale Marco Bertolini striglia la politica

"I militari non possono non essere sovranisti"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU