DISOCCUPATO QUERELATO

Critichi Equitalia? Attento a Befera

Disoccupato e disperato, senza soldi e con figli a carico, aveva osato attaccare l'agenzia di riscossione. E gli era finita male

Redazione
Critichi Equitalia? Attento a Befera

La protesta anti-tasse di uno dei molti cittadini italiani esasperati. Foto ANSA

Lui si chiama Mauro Merlino, sassuolese, ed è solo uno dei tanti che hanno osato sfidare il gigante Equitalia. Davide contro Golia. Ma ha rischiato grosso. Eppure, in tanti hanno protestato contro i sistemi dell'agenzia delle entrate, chi con magliette o cartelli, chi mettendosi in mutande in piazza. Ma Mauro Merlino ha deciso di affidarsi ai social network. E Befera non ha gradito. L’oggetto del contendere è un video di 40 secondi, pubblicato on line e successivamente rimosso, in cui l'uomo aveva detto che “Equitalia andrebbe denunciata per istigazione al suicidio”. Non l'avesse mai fatto. Dopo il plauso di migliaia di utenti ed il successo strepitoso di una pagina Facebook, “La Voce degli inascoltati”, l'ex direttore di Equitalia, Attilio Befera, s'è imbufalito. E l'ha querelato. Oltre al danno la beffa.

Ma Merlino, come il suo omonimo mago delle saghe bretoni, non s'è perso d'animo ed ha reagito, anzi ha postato on line nuovi video di denuncia. “Se un disoccupato alza la testa e dice ‘basta’ gli succede questo", ha dichiarato. Ed ancora: "Chinare la testa significa macchiare la memoria di chi è morto strangolato da pizzi di Stato e ricatti. Equitalia è un ente senza pietà che continua a metterci il cappio al collo. Non sono stato né violento né volgare, ho solo espresso la mia opinione avvelendomi di un diritto previsto dalla Costituzione”. E l'applauso è scattato fragoroso.

Befera l'ha querelato ma, al processo, sembra che l'ex direttore di Equitalia quel video non l'abbia mai visto. In ogni caso, per Merlino c'è una vittoria morale, l'aver portato Equitalia in tribunale (anche se l'accusato era lui). Il processo è stato aggiornato al prossimo 7 giugno, data in cui sarà verosimilmente emesso il verdetto dopo che il giudice avrà visionato il filmato in questione. Come andràa finire non lo sappiamo. Ma Merlino può consolarsi, il 24 maggio 2014 Befera si è dimesso dall'incarico.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione

Dibba: "Le promesse di Renzi? Prodotti tossici"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU