Capitale criminale

Roma, impero da 80 milioni di euro confiscato alla camorra

Sono stati posti sotto sequestro numerosi bar, ristoranti e pizzerie nel centro storico della Capitale, gestiti con modalità illecite

Alessio Colzani
Roma, impero da 80 milioni confiscato alla camorra

Un'operazione dei Carabinieri. Foto ANSA

Un mare di soldi, case e negozi sottratti alla camorra a Roma. I carabinieri del Comando provinciale di Roma hanno confiscato beni per 80 milioni di euro a quattro imprenditori, ritenuti coinvolti in traffici gestiti dalla camorra napoletana. I tre imprenditori Luigi, Antonio e Salvatore Righi erano stati arrestati dai militari nel gennaio 2014 nell'ambito dell'indagine "Margarita", meglio nota come "Pizza Ciro", che portò all'arresto di 20 persone e sequestri di locali nel centro della Capitale. Tra i locali posti sotto sequestro ci sono bar, ristoranti e pizzerie, anche nel centro storico di Roma. in tutto si tratta di di 28 esercizi commerciali, 41 beni immobili, 385 rapporti finanziari/bancari; 76 veicoli, 77 società titolari di parte dei beni e 300mila euro in contanti rinvenuti nel corso delle operazioni.

Dalle indagini dei carabinieri, è emerso che tre fratelli imprenditori sarebbero stati "stabili riciclatori" per conto della camorra napoletana, al servizio, in particolare, del clan Contini. Le indagini, dirette dalla DDA di Roma e condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo, hanno dimostrato che il loro impero economico, diventati proprietari di fatto di una holding di società attive nella gestione di numerosissimi ristoranti-pizzeria nelle principali vie del centro storico della Capitale con un volume d'affari sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati, sarebbe stato gestito con modalità illecite, mediante una rete di società intestate a prestanome finalizzate al reimpiego e all'occultamento di ingenti risorse economiche di provenienza illecita.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La preghiera per il ramadan a Torino.
Ricerca choc sugli islamici con permesso di soggiorno

Musulmani d'Italia: uno su tre ci odia

La Camera dà l'OK al Ddl antifascismo
le priorità della sinistra

La Camera dà l'OK al Ddl antifascismo

Molesta ragazzino, arrestato nel Reggiano
beccato accanto all'oratorio

Palpeggia ragazzino, arrestato nel Reggiano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU