Premio Carlo Magno

Il Papa: "Costruiamo ponti", Salvini: "Mah..."

Il leader della Lega: "Parlare di pace è facile, lavorare per costruirla lo è di meno."

Andrea Zanelli
Papa: "costruiamo ponti",  Salvini: "mah................"

Foto Ansa

Nuova capitolo nelle "relazioni papali" di Matteo Salvini, che in serata, posta su Facebook e Twitter: "I migranti son un dono... Tetto e lavoro per tutti... Costruiamo ponti..." e chiude con un "mah" seguito da una sfilza di puntini di sospensione.

Proprio in mattinata, Papa Francesco aveva ricevuto il premio internazionale Carlo Magno in Vaticano, alla presenza dei leader europei, tra cui Matteo Renzi, Angela Merkel e Martin Schulz, e nel suo discorso aveva evocato anche i padri fondatori dell'Europa: "Seppero cercare strade alternative, innovative in un contesto segnato dalle ferite della guerra. Essi osarono cercare soluzioni multilaterali ai problemi che poco a poco diventavano comuni. I progetti dei padri fondatori, araldi della pace e profeti dell'avvenire, non sono superati: ispirano, oggi più che mai, a costruire ponti e abbattere muri. Sembrano esprimere un accorato invito a non accontentarsi di ritocchi cosmetici o di compromessi tortuosi per correggere qualche trattato, ma a porre coraggiosamente basi nuove, fortemente radicate".

Ogni riferimento sarà anche puramente casuale, ma il messaggio salviniano è chiaro: il Papa fa il Papa, ma un amministratore della cosa pubblica - come il leader della Lega ha più volte sottolineato - dovrebbe impegnarsi a risolvere i problemi tenendo conto degli interessi degli italiani, ed è un fatto che in Italia "tutta l'Africa non ci sta". Porte aperte a chi scappa veramente dalla guerra - come ricorda spesso Salvini -, ma respingimenti per i meri "migranti economici", quelli che sbarcano in Europa spinti dal desiderio di migliorare le proprie generali condizioni di vita. Recentemente anche Kofi Annan, ex segretario delle Nazioni Unite in visita in Italia per qualche giorno, aveva espresso questa opinione al Corriere della Sera, ma - naturalmente - nessuno l'aveva apostrofato come pericoloso xenofobo.

Già in mattinata, Salvini era andato in argomento papale, scrivendo sui suoi canali social: "Il PAPA vuole la pace, anch'io voglio la pace, tutti vogliono la pace. Bisogna solo capire qual è il modo migliore per avere la PACE. Controllare e limitare l'immigrazione, o far entrare tutti? Io penso che una immigrazione fuori controllo, una INVASIONE organizzata e finanziata, portino caos e problemi, non la pace. Io penso che non mettere limiti e REGOLE sia pericoloso. Io penso che controllare i confini sia un dovere. Parlare di pace è facile, lavorare per costruirla lo è di meno".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La Fornero piange sul loden versato
Lacrime di coccodrillo

La Fornero piange sul loden versato

Tajani contro chi si difende: "Sanzioni per i Paesi che contrastano l'invasione"
Nel mirino Ungheria, Polonia, Austria e Repubblica Ceca

Tajani contro chi si difende: "Sanzioni per i Paesi che contrastano l'invasione"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU