UNA RETE CONTRO L'INVASIONE

Il Veneto si solleva contro i profughi: "abbatteremo sistema dell'accoglienza"

Da Abano Terme, vicino Padova, parte una rete di comitati di liberi cittadini pronti a tutto pur di fermare l'arrivo degli immigrati: "Faremo fronte comune in tutto il Veneto"

Francesco Vozza
Il Veneto si solleva contro i profughi: "abbatteremo sistema dell'accoglienza"

Tutto è partito da Abano Terme, un piccolo Comune vicino Padova. Qui il Prefetto ha tentato di imporre agli abitanti l'arrivo di un gruppo di immigrati da sistemare in una ex base militare. Solo che i cittadini di Abano non si sono piegati alla logica dell'accoglienza ed hanno dato vita ad un presidio permanente di fronte alla base; e alla fine il Prefetto si è dovuto arrendere, rinunciando all'idea di spedire lì i migranti. Ma gli eroi di Abano non si sono fermati a questo: il presidio, infatti, è andato avanti ad oltranza e poi di colpo è nata l'idea di creare una rete di comitati in tutto il Veneto in grado di mobilitarsi per impedire ovunque l'arrivo degli stranieri. E al Corriere del Veneto gli ideatori della rete spiegano: "Non ci si batte solo per impedire l’arrivo dei profughi ad Abano, l’obiettivo adesso è molto più ampio: abbattere l’intero sistema di gestione dei richiedenti asilo.". All'interno della rete i cittadini non vogliono bandiere politiche, ma alcuni dirigenti di Forza Italia e della Lega sono parte integrante del movimento di protesta. I comitati hanno persino deciso di creare una chat regionale sui telefonini: lo scopo è quello di mobilitare nel più breve tempo possibile la gente per opporsi ovunque e in tempo all'arrivo degli stranieri. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Maria Elena e Brigitte, quando il confronto uccide
SCELTE SURREALI PER GLI INCONTRI CON LE FIRST LADIES USA

Maria Elena e Brigitte, quando il confronto uccide

La Fornero piange sul loden versato
Lacrime di coccodrillo

La Fornero piange sul loden versato

"Fate la carità". E in centro a Desio finisce a cazzottoni
ennesima rissa tra pakistani in brianza

"Fate la carità". E in centro a Desio finisce a cazzottoni


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU