Il business dell'immigrazione

Confessione di Padoan: farci invadere ci costa ben quattro miliardi di euro all'anno

Non ci sono soldi per le manutenzioni di strade e ponti, né per assistere gli italiani in difficoltà o dare sostegno ai bambini con handicap, ma per loro sì

Redazione
Confessione di Padoan: farci invadere ci costa ben quattro miliardi di euro all'anno

Pier Carlo Padoan e Matteo Renzi. Foto ANSA

Quanto costa ai contribuenti italiani l'emergenza immigrazione? A dare la risposta è il governo Renzi, la si trova nascosta tra le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal ministro dell'economia. Venerdì 4 novembre Pier Carlo Padoan ha quantificato il costo delle spese straordinarie per garantire anche nel 2017 l'invasione dell'Italia da parte dei clandestini in circa 4 miliardi di euro. Nel 2016 sono stati spesi 3,3 miliardi mentre nel 2017 "il governo prevede" che "se gli afflussi dovessero continuare a crescere la spesa salirà a 4 miliardi. L'Italia affronterà spese straordinarie per l'immigrazione superiori allo 0,2% del Pil".

Sono stati oltre 160mila, stando sempre alle dichiarazioni del ministro, gli immigrati traghettati nel nostro Paese e qui accolti come villeggianti di lusso nel corso di un 2016 che non si è ancora concluso, un numero che negli ultimi anni di regno renziano si è impennato in maniera esponenziale, peggiorando un trend iniziato nel periodo dei precedenti governi non eletti, quelli di Monti e Letta. Secondo Padoan, per la gioia di tutti coloro che campano sul business dell'accoglienza, "ci sono rischi concreti, nel contesto geopolitico attuale, che il fenomeno continui a vedere una dinamica crescente anche nel 2017".

Con queste previsioni, ovviamente, nel 2017 sarà necessario un'ulteriore prelievo dalle tasche dei sudditi italiani per garantire questi 4 miliardi di gettito aggiuntivo. Le alternative per continuare a garantire trasporto, vitto, alloggio, paghetta e benefit vari ai clandestini sono quelle di tagliare i servizi ai cittadini italiani o aumentare loro le tasse. Mafie e le organizzazioni terroristiche che gestiscono il traffico si fregano le mani: duecentomila nuovi immigrati in arrivo farebbero incassare circa due miliardi di euro ai criminali, mentre come detto a noi ne costerebbero quattro.

Miliardi di euro che spesso vanno ad ingrassare organizzazioni terroristiche come l'Isis, che è una di quelle più implicate nelle partenze dalle coste del Nordafrica. Basta mettere un po' di persone su un barcone, trascinarlo al largo della Libia dopo essersi fatti dare in media diecimila euro da ogni passeggero e poi ci pensano le navi della nostra marina o le altre impegnate nelle varie operazioni nel Mediterraneo a caricarli e traghettarli fino alle accoglienti coste di un Bengodi nel quale non ci sono soldi per le manutenzioni di strade e ponti, né per assistere gli italiani in difficoltà o dare sostegno ai bambini con handicap, ma per loro sì.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU