Lo scandalo dell'accoglienza

Camere vista mare, spiaggia, palestra e wi-fi per i clandestini ospiti a Rapallo

Mentre la povertà aumenta e sempre più italiani sono costretti a vivere in macchina o sotto un ponte, ennesima sistemazione di lusso per immigrati

Redazione
Camere vista mare, spiaggia, palestra e wi-fi per i clandestini che ospitiamo a Rapallo

L'isituto delle Orsoline. Da orsolinerapallo.it

Il prefetto di Genova ha deciso di inviare in villeggiatura a Rapallo, all'Istituto delle Orsoline di Maria Immacolata in Via Aurelia di Levante, un gruppo di clandestini trasformando così la struttura in un centro di accoglienza per richiedenti asilo. L'istituto è vicino al Grand Hotel Bristol, e sul sito si può leggere che è dotato di ogni confort: "quasi tutte le camere si affacciano sul parco e sul mare", a disposizione degli ospiti ci sono spiaggia privata, campetto da calcio e palestra, oltre all'wi-fi indispensabile per potersi connettere con gli smartphone di ultima generazione.

Il consigliere regionale della Lega Nord Liguria Alessandro Puggioni ha denunciato la vicenda, con un comunicato diffuso il 2 novembre: "Rapallo, fino ad oggi, aveva resistito - spiega - ma ora il no si è trasformato in un sì e per annunciare l'arrivo degli immigrati è stata indetta addirittura una conferenza stampa". Per il leghista è sbagliato concedere una sistemazione di lusso ai clandestini mentre "un sempre maggior numero di italiani non arrivano a fine mese", perché "prima vengono i nostri concittadini in difficoltà e poi tutti gli altri".

Anche in questo caso, come nella grandissima maggioranza dei casi in cui si registra l'accoglienza di immigrati in strutture più o meno di lusso, non si tratta ovviamente di profughi o di persone che scappano dalla fame o dalla guerra ma, è bene sottolinearlo, di clandestini che non hanno, e molto probabilmente non otterranno mai viste le esigue percentuali di coloro che lo ottengono, lo status di rifugiati. Come ricorda infatti Puggioni "oltre l'80 per cento dei migranti, non risultano veri profughi perché si tratta di persone che non scappano affatto da guerre, né da persecuzioni, ma sbarcano con lo smartphone in mano". E noi gli diamo pure la paghetta...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU