operazione dei Carabinieri del Ros

Arrestato a Genova il quarto uomo di una cellula jihadista

Avrebbe fatto parte di una banda di quattro elementi, composta da un algerino "profugo" del CIE di Torino e due egiziani, che praticavano la "Taqiyya"

Redazione
Arrestato a Genova il quarto uomo di una  cellula jihadista

È stato arrestato venerdì sera nella stazione ferroviaria di Genova Principe il quarto presunto jihadista indagato per associazione finalizzata al terrorismo internazionale dai carabinieri del Ros grazie ad un'indagine che si è conclusa a fine settembre fra la Riviera del ponente e la Lombardia col coordinamento del pool antiterrorismo della procura di Genova e che ha portato all'arresto il 27 ottobre di tre presunti jihadisti accusati di terrorismo.


Si tratta di un algerino fermato nel Cie di Torino e di due fratelli egiziani bloccati a Finale Ligure (Savona) e a Cassano d'Adda (Milano). I tre sono accusati di associazione finalizzata a terrorismo internazionale. Il quarto arrestato è Hosny Mahmoud El Hawary Lekaa, 31 anni. Era indagato per associazione finalizzata al terrorismo internazionale: è un egiziano abitante a Borghetto Santo Spirito (Savona) ed era appena rientrato in Italia, a Milano, in aereo dall'Egitto. Poi con il treno avrebbe dovuto raggiungere Borghetto Santo Spirito.


Il gruppo praticava la "Taqiyya", termine che indica, nella tradizione islamica, soprattutto in quella sciita, la possibilità di nascondere o addirittura rinnegare esteriormente la fede, di dissimulare l'adesione a un gruppo religioso e di non praticare i riti obbligatori previsti dalla religione musulmana, per meglio infiltrarsi tra i "nemici" (in questo caso noi) e colpirli da dentro.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU