arricchimento culturale in corso

Stupro di Roma, i due nomadi non parlano e restano in carcere

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i rom accusati dello stupro di due 14enni

Redazione
Stupro di Roma, i due nomadi non parlano e restano in carcere.

Foto ANSA

Chissà se erano impegnati a pagarci le pensioni oppure solo ad arricchirci culturalmente. Sta di fatto che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere e restano in carcere i due nomadi accusati dello stupro di due 14enni avvenuto nel maggio scorso a Roma. Le due ragazzine avevano conosciuto uno dei due, Mario Seferovic, 21 anni, su un social network.

L'atto istruttorio nel carcere di Regina Coeli è durato pochi minuti. Seferovic resta in cella assieme al complice Maikon Halilovic, 20 anni, che però questa mattina aveva fatto sapere, parlando con il suo avvocato Emanuele Fierimonte, di non aver avuto alcun ruolo nella vicenda. "Non ero lì - ha detto - io sono innocente".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Prostitute attorno alla Reggia di Caserta, sgominato racket
arrestati un gruppo di albanesi, ucraini, russi e italiani

Prostitute attorno alla Reggia di Caserta, sgominato racket


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU