Verso il 4 dicembre

Referendum truffa: come il quesito condizionerà gli indecisi

La conferma arriva anche dal noto sondaggista Nicola Piepoli: "Il testo della domanda è molto importante e può decidere l'esito della consultazione"

Redazione
Il referendum truffa: la formulazione del quesito può influenzare gli indecisi

Nicola Piepoli. Foto ANSA

Il quesito del referendum può davvero influenzare il voto come sostengono le opposizioni: la conferma arriva dal noto sondaggista Nicola Piepoli, il quale intervistato giovedì 6 ottobre dal Quotidiano Nazionale spiega che "il quesito può significare molto. Basti pensare al 1941 quando il presidente americano Franklin Delano Roosevelt commissionò un test all'istituto statistico Gallup", che "testò tre diversi quesiti, formulati in tre modi diversi, per chiedere ai cittadini Usa se fossero favorevoli o no a entrare in guerra" e "nel primo caso, la maggioranza avrebbe votato a favore della guerra, col secondo quesito sarebbero prevalsi gli indecisi, col terzo avrebbe vinto il No al conflitto. È chiara, quindi, l'importanza della domanda".

Piepoli spiega che incide soprattutto "sugli indecisi. E, intendiamoci, uno o due milioni di voti possono decidere l'esito del referendum": chi entra nella cabina non ha già le idee chiare, "gli incerti, rispetto a chi ha già deciso, sono il 20 per cento". Per il sondaggista, quindi, una grossa fetta di elettori non ha ancora deciso come votare, e a influenzare la loro scelta potrebbe essere proprio la formulazione del quesito. "Diciamo che noi studiosi facciamo la domanda alla francese, quella di riserva: è sicuro di votare Sì o No oppure potrebbe cambiare orientamento? E il 20 per cento, appunto, mi risponde che sì, può votare in modo diverso rispetto a quello che aveva pensato".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU