Rapporto della Fondazione Migrantes

In fuga dall'Italia di Renzi: 107mila gli espatriati nel 2015, tantissimi i giovani

Tutte le classi di età hanno registrato un aumento delle partenze rispetto al 2014 tranne gli over 65 anni; le mete preferite sono la Germania e il Regno Unito

Redazione
In fuga dall'Italia di Renzi: 107mila gli espatriati nel 2015, tanti i giovani

L'aeroporto di Berlino. Foto ANSA

Sono 107.529 i connazionali espatriati nel 2015. Rispetto all'anno precedente, a iscriversi all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (Aire) sono state 6.232 persone in più, con un incremento del 6,2%. Hanno fatto le valige fuggendo dall'Italia di Renzi soprattutto i giovani tra i 18 e i 34 anni (39.410, il 36,7%); la meta preferita è stata la Germania (16.568), mentre Lombardia (20.088) e Veneto (10.374) sono le principali regioni di emigrazione. Lo rileva il rapporto "Italiani nel mondo 2016" presentato giovedì 6 ottobre a Roma dalla Fondazione Migrantes.

Nel 2015 le iscrizioni all'Aire sono state in tutto 189.699. Più della metà, 107.529, per espatrio. Il 69,2% di coloro che hanno fatto le valige (quasi 75 mila persone) si è trasferito in Europa. In calo le partenze per l'America meridionale (-14,9% in un anno), mentre rimangono stabili quelle per l'America centro-settentrionale; 352 connazionali hanno scelto le altre aree continentali. I maschi espatriati sono oltre 60 mila (56,1%), i celibi e le nubili il 60,2%. La fascia 18-34 anni, quella dei Millennianls, è la piu' rappresentativa (36,7%). I giovani hanno una mobilità "in itinere", che - osserva il rapporto - "può modificarsi continuamente perché non si basa su un progetto migratorio già determinato ma su continue e sempre nuove opportunità incontrate". Seguono i 35-49enni (25,8%).

I minori sono il 20,7% (di cui 13.807 mila hanno meno di 10 anni) mentre il 6,2% ha più di 65 anni (di questi 637 hanno più di 85 anni e 1.999 sono tra i 75 e gli 84 anni). Tutte le classi di età hanno registrato un aumento delle partenze rispetto al 2014 tranne gli over 65 anni (da 7.205 a 6.572). "Pur restando indiscutibilmente primaria l'origine meridionale dei flussi - si legge nel rapporto - si sta progressivamente assistendo a un abbassamento dei valori percentuali del Sud a favore di quelli del Nord del Paese". La Lombardia, con 20.088 partenze, è la prima regione in valore assoluto per partenze, seguita dal Veneto (10.374) che fa scendere la Sicilia (9.823) alla terza posizione (era seconda nel 2014). Al quarto posto il Lazio (8.436) e ancora Piemonte (8.199) ed Emilia Romagna (7.644). Nel 2015 la Germania (16.568) è la meta preferita dagli italiani andati oltreconfine, a seguire, con una minima differenza, il Regno Unito (16.503) e poi, più distaccate, la Svizzera (11.441) e la Francia (10.728).

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Che chicca la pubblicità Chicco
Famiglia tradizionale sì, ma con genialità

Che chicca la pubblicità Chicco

Lo scandalo delle spose bambine
L'EUROPA SI MUOVE, L'ITALIA DORME

Lo scandalo delle spose bambine

Gay pride per i bimbi della materna, esplode la polemica
le facce dei bambini dipinte arcobaleno

Gay pride per i bimbi della materna, esplode la polemica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU