Senegalesi cercano di rubare fucile a soldato, la pattuglia spara in aria

Milano: poliziotto e militari aggrediti, neppure i mitra mettono paura ai pusher

Spacciatori africani, latinos, mafia cinese. Il "nuovo Expo" che Sala cerca di nascondere

Alessandro Morelli
Milano, poliziotto e militari aggrediti da immigratiNeppure i mitra mettono paura agli spacciatori

Foto ANSA

Non bastano divise, mimetiche, pistole e fucili mitragliatori: anche le pattuglie miste forze dell'ordine/militari sono alla mercé dei balordi immigrati. Succede a Milano, dove nel centralissimo Parco Sempione un gruppo di delinquenti ha aggredito un agente di polizia e due militari durante un controllo su sospetti spacciatori che ha portato all'assalto e alla conseguente difesa dei soldati costretti a sparare in aria per allontanare i delinquenti.

L'episodio è avvenuto in serata quando la pattuglia ha fermato i due stranieri per un controllo da cui è nata una colluttazione. Uno dei fermati ha chiesto l'aiuto di altri africani, che giunti in soccorso dei compagni hanno dapprima scagliato una bicicletta colpendo il poliziotto e poi cercato di rubare il fucile al militare. Il tentativo è fallito quando l'altro militare della pattuglia ha esploso il colpo in aria mettendo in fuga il gruppo di aggressori.

Bastano pochi minuti per riportare alla realtà una città che è ancora in sbornia post elettorale e nella quale il nuovo sindaco Sala cerca di nascondere sotto il tappeto il disastro in atto: intere aree di Milano sono infatti in mano a bande di immigrati, senegalesi, cinesi e latinos in particolare che dimostrano ormai di non temere neppure le mimetiche e i mitra spianati.

Al termine dell'aggressione l'agente e i militari sono riusciti ad arrestare due senegalesi di 28 e 35 anni. L'agente avrebbe riportato contusioni alla spalla e a un ginocchio, un militare avrebbe un occhio tumefatto mentre le forze dell'ordine sono già sul piede di guerra nei confronti della politica che non sta dando gli strumenti adeguati per contrastare il degrado della città.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU