come ci inculano con le nostre leggi...

Roma, sgominata banda di "pendolari" algerini. Irrimpatriabili

Se sorpresi in flagranza di reato dalle forze dell'ordine, spesso si spacciavano per cittadini di nazionalità libica, per evitare il rimpatrio

Redazione
Roma, sgominata banda di "pendolari" algerini. Irrimpatriabili

Sgominata a Roma una banda di 12 algerini che derubavano facoltosi passeggeri all'aeroporto Leonardo da Vinci, alla stazione Termini e negli hotel di lusso della capitale: la Polizia di Frontiera dello scalo di Fiumicino, che ne ha arrestati cinque e ha denunciati altri sette, li ha ribattezzati "i pendolari del crimine" perché molti di loro compivano regolarmente furti in Italia pur risiedendo stabilmente in Francia e Spagna.

Nel mirino finivano per lo più facoltosi passeggeri in partenza dall'aeroporto di Fiumicino, principalmente di nazionalità russa, araba e orientale. I ladri molto abili nel camuffarsi e cambiare abiti nel giro di pochi minuti. Infine, se sorpresi in flagranza di reato dalle forze dell'ordine, spesso si spacciavano per cittadini di nazionalità libica, per evitare il rimpatrio. Peraltro, erano in grado di alternarsi e scambiarsi i ruoli, facendo la spola tra i loro Paesi di residenza e l'Italia, proprio come fossero dei veri e propri pendolari.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Morirai da martire!". Così Erdogan "consola" una bimba di sei anni. Che scoppia a piangere
rabbia e indignazione per la "sparata" del sultano

"Morirai da martire!". Così Erdogan "consola" una bimba di sei anni

La guerra del futuro
Cristiani a Gerusalemme: capitolo chiuso?

La guerra del futuro

"Risorsa" rumena deruba avvocato: colf in manette a Foggia
INDAGINI POLIZIA PER IDENTIFICAZIONE COMPLICI

"Risorsa" rumena deruba avvocato: colf in manette a Foggia

Sana Cheema, i parenti non si trovano
accusati in italia di omicidio

Sana Cheema, i parenti non si trovano

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"
stupro di rimini, l'avvocatessa buonista

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU