TRAGEDIA SCAMPATA

Bagno esplosivo: bambina trova sulla riva bomba a mano inesplosa

L'ordigno era a pochi metri dalla riva sulla spiaggia libera di Sassonia, a Fano. La zona transennata e sono partite le ricerche in mare per trovare eventuali altri armamenti bellici

Fabio Montoli
Bagno esplosivo: bambina trova sulla riva bomba a mano inesplosa

Un tranquillo sabato di mare in famiglia poteva trasformarsi in una tragedia. Una bomba a mano, all'apparenza perfettamente funzionante, del tipo ad ananas, è stata ritrovata da una bambina nel fondale marino a pochi metri dalla riva, davanti alla spiaggia libera di Sassonia 3 a Fano.

La bambina, di nome Gaia, che sta trascorrendo le vacanze a Fano insieme ai suoi genitori, nel pomeriggio, come tutti i giorni, stava giocando tra spiaggia e onde. Ha raccolto l'ordigno mentre nuotava in acqua, quasi sulla riva, probabilmente senza riconoscere l'oggetto e senza rendersi conto del possibile pericolo. È uscita dall'acqua tenendo la bomba in mano, e ha mostrato quell'oggetto molto incrostato al bagnino che, mantenendo il controllo della situazione, ha posato l'oggetto a terra, ha fatto allontanare tutti e ha chiamato il Commissariato di Polizia di Fano e la Capitaneria di Porto che, sono intervenuti subito, transennando la zona.

Ora è in corso un sopralluogo sul tratto di mare interessato per appurare se la bomba a mano si trovasse in compagnia di altri esplosivi o costituisse un caso isolato. Era la bomba a mano d'ordinanza dell'esercito e della Marina americana durante la seconda guerra mondiale, utilizzata sia sul fronte Europeo che su quello del Pacifico. Depositata sulla spiaggia in attesa che fosse rimossa dagli artificieri, la bomba è stata isolata, con una recinzione che ha inibito l’uso di diversi metri quadri di arenile.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU