dalla cina alle filippine è una pernacchia unica

Obama "strapazzato" in Oriente. E Trump lo attacca

Il presidente filippino gli dà del figlio di puttana, mentre in Cina gli negano il tappeto rosso e lo fanno passare da un'uscita secondaria dell'aereo. ..

Alfredo Lissoni
Obama "strapazzato" in Oriente. E Trump lo attacca

Al posto di Barack Obama, Donald Trump avrebbe immediatamente abbandonato la Cina, rinunciando a partecipare al G20, se, come è successo al presidente americano, non avesse trovato un tappeto rosso ad accoglierlo. Ad affermarlo è stato lo stesso candidato repubblicano ad un evento elettorale in Ohio, dopo il piccolo incidente diplomatico sabato all'arrivo di Obama ad Hangzhou.

"Non gli hanno dato nemmeno una scaletta, la scaletta per scendere dall'aereo. Avete visto? Ci sono le foto degli altri leader che scendono su un bellissimo tappeto rosso. E Obama scende su scalini di metallo", ha affermato Trump in un incontro con leader sindacali, "ve  lo voglio dire, se fosse successo a me avrei detto: 'sapete una cosa ragazzi? Vi rispetto, ma ora si chiude il portellone e ce ne andiamo via. È una tale mancanza di rispetto". Per tacere dell'incidente diplomatico con il presidente filippino Duterte che, stufio delle ingerenze USA nella politica interna di repressione al narcotraffico, con esecuzioni sommarie. L'uscita di Duterte, "Obama è un figlio di p....", ha fatto saltare l'incontro tra i due.


Ma che Obama sia senza vergogne è un dato di fatto. Anni or sono la stampa mondiale lo prese in giro, ribattezzandolo "Obamao" per l'eccessivo servilismo con cui si era inchinato ai cinesi (che, del resto, avevano comperato un terzo del debito pubblico USA, tenendolo così per le palle). E in fondo non è la prima volta che Trump attacca il presidente americano dicendo che non viene accolto con sufficiente rispetto all'estero. In aprile il miliardario newyorchese aveva definito "senza precedenti" il fatto che Obama non fosse stato accolto da un capo di Stato al suo arrivo a Cuba e in Arabia Saudita.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

È morto Fidel Castro
cuba piange il lider maximo

È morto Fidel Castro

Fidel è morto
la vignetta di krancic

Fidel è morto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU