"Angelino fammi tornare"

Videomessaggio per il ministro Alfano dal pakistano espulso l'altro ieri

Il 26enne, con tanto di maglietta dell’Italia, chiede di poter tornare a Milano per provare la sua innocenza. Si ritiene perfettamente integrato e attivo nel sociale

Fabio Cantarella
Videomessaggio per il ministro Alfano dal pakistano espulso l'altro ieri

Aftab Farooq, il 26enne pakistano espulso lunedì scorso con l’accusa di essere un aspirante combattente dell’Isis, non ci sta e si rivolge al ministro dell’Interno, ribattezzato dell’Invasione, Angelino Alfano chiedendogli di poter far rientro in Italia, in provincia di Milano dov’è residente, al fine di provare la sua innocenza.

Una vicenda dal sapore tragicomico, con il magazziniere pakistano che dal suo paese ha confezionato per l'occasione e postato su Facebook un video nel quale indossa una maglietta azzurra con il tricolore e la scritta ‘Italia’ e in cui ribadisce, come ha già fatto altre volte sullo stesso social network, di essere "una persona innocente che non ha mai pensato di far male a nessuna persona".

Nel video Farooq racconta di essere "ben integrato nella società" italiana e di avere fatto volontariato nel paese in cui risiede, a Vaprio d’Adda, “per aiutare la gente del mio paese che è Vaprio d’Adda in Italia e non un paese in Pakistan”.

Aftab Farooq è stato espulso nei giorni scorsi perché secondo una relazione dei carabinieri del Ros era in contatto con personaggi coinvolti in altre inchieste: su tutti, il 25enne Ibrahimi Bledar collegato alla prima foreign fighter italiana.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota
Comizio annullato per mancanza di pubblico

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Lecco, gang magrebina assalta i treni
siamo tornati al far west

Lecco, gang magrebina assalta i treni

L'Europa odierna è sulla via del tramonto: come la vecchia Unione Sovietica
il piano segreto di Merkel, Macron e Juncker

Klaus: "L'immigrazione? Voluta ad arte per annientarci"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU