in fin di vita dopo l'aggressione

Sanremo, turista russa in coma. Un testimone: "Un magrebino l'ha buttata giù dalla scogliera"

Litigio tra fidanzati o tentativo di stupro? I giornali si sbizzarriscono con le tesi più disparate. La verità la conosce solo Alena, che è in coma

Redazione
Sanremo, turista russa in coma. Un testimone: "Un magrebino l'ha buttata giù dalla scogliera"

In fin di vita, ricoverata in coma all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, dopo essere stata malmenata e buttata giù dalla scogliera. Un volo di oltre dieci metri. Non è un film dell'orrore ma quanto accaduto ad Alena Sudokova, giovane turista russa residente in Germania, il cui corpo è stato trovato su una roccia della scogliera di Capo Nero a Sanremo, Imperia. C'è un testimone oculare che ha assistito nottetempo al fatto, salvo poi tornarsene a letto come se nulla fosse e presentarsi solo il giorno dopo ai carabinieri per sporgere denuncia.

La storia ha dell'incredibile ma è vera. "La ventiduenne russa ha pagato con il volo da una scarpata il tentativo di reagire a un probabile tentativo di violenza sessuale da parte di un tunisino di 32 anni, irregolare in Italia e con numerosi alias e precedenti alle spalle, arrestato con l’accusa di tentato omicidio, in quanto fortemente indiziato di aver spinto la ragazza nel precipizio", scrive Il Giornale.

L'uomo, aggiunge Riviera24, si chiama Zied Yakoubi e sarebbe magrebino. Esclude di aver litigato con la giovane, con la quale avrebbe trascorso la serata prima di quel tragico volo, alle 5 del mattino. "Yakoubi ha detto di aver tentato di salvare la ragazza mentre cadeva e di essere finito pure lui giù per la scarpata. Una versione, la sua, che non ha convinto i carabinieri. L’uomo ha inoltre dichiarato di essere algerino, anche se in un primo momento, da un tatuaggio sotto l’orecchio, i militari lo avevano identificato come tunisino. Bisogna considerare, però, che lo straniero, irregolare in Italia, ha cinque alias conosciuti dalle forze di polizia", riporta il giornale imperiese. 

“Dice di non ricordare molto”, è la versione del suo avvocato. “Ricorda di aver bevuto insieme ad Alena e ad altri due amici magrebini, conversando con lei in tedesco, lingua che conoscerebbe per essere stato anche lui in Germania”. Insieme a questi amici, dei quali uno abiterebbe nei pressi di Capo Nero, il 32enne ed Alena avrebbero raggiunto il belvedere sull'Aurelia dal quale poi sono precipitati. L'uomo, "ferito, anche se in modo lieve", secondo l'Ansa, "sarebbe stato trovato a circa 200 metri dal luogo dove si trovava la donna". 




LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Genova, il crollo del ponte filmato dalle telecamere sottostanti
nuove immagini diffuse dalla Guardia di Finanza

Genova, il crollo del ponte filmato dalle telecamere sottostanti

Il sindaco islamico: Leoluca Orlando alla festa del sacrificio
Centinaia di animali vengono brutalmente ammazzati

Il sindaco islamico: Leoluca Orlando alla festa del sacrificio

Molotov contro la Guardia costiera tunisina, morti quattro clandestini
hanno incendiato il barcone per coprirsi la fuga ma...

Molotov contro la Guardia costiera tunisina, morti quattro clandestini

Sesso nel parco in pieno giorno, arrestato viados brasiliano
incuranti del via vai di mamme e bambini

Sesso nel parco in pieno giorno, arrestato viados brasiliano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU