Esplosiva rivelazione nelle carte trafugate da Wikileaks

Macché profughi! Migranti economici su gommoni cinesi

Non scappano dalla guerra ed è tutto pianificato, persino il momento in cui scafo o gommone si debbono rompere, per costringere le navi italiane ad intervenire. È tutto scritto in un report segreto scovato da Wikileaks

Redazione
Macché profughi! Migranti economici su gommoni cinesi

Foto ANSA

Potevano mancare, i cinesi, nel business degli scafisti? Ovviamente no, e così si scopre che...

C'è voluta Wikileaks, con i suoi documenti sottratti e divulgati on line, per avere la conferma definitiva di ciò che tutti sanno, ma che la politica non vuole dire: che gli scafisti ci prendono in giro, che non c'è alcuna emergenza umanitaria, alcuna fuga dalla guerra, ma solo una volgare tratta di uomini a scopo di lucro. Già, perché il "commercio di carne umana" dalla Libia frutta agli scafisti senza scrupoli 300 milioni di euro all'anno; beffa nella beffa - si legge nei documenti che il team di Julien Assange ha postato in rete - i gommoni li forniscono i cinesi, facendoli arrivare via Turchia e Malta, riforniti con poco carburante e progettati a bell'apposta in maniera scadente, per rompersi dopo le prime 40 miglia, dove si sa che a quel punto c'è la flotta italiana già pronta ad intervenire.

A scriverlo, in un rapporto segreto, è l'ammiraglio Enrico Credendino, comandante dell'operazione Eunavfor Med, l'uomo indicato dal nostro governo come colui che avrebbe dovuto mettere fine alla tratta dei clandestini. E che invece, con tono molto amaro, in quel report datato 29 gennaio e ad esclusivo "uso interno dell'Unione Europea", confessa ad esempio che è inutile arrestare gli scafisti in quanto, senza un accordo con un governo riconosciuto a Tripoli, è legalmente impossibile processarli, e dunque vengono immediatamente rilasciati. Il che, in parole povere, significa che l'operazione che avrebbe dovuto mettere fine alle nefandezze di costoro ha in partenza le armi già spuntate. E ancora, che "i migranti vengono reclutati via social media o da agenzie di viaggio gestite dalla rete di trafficanti al di fuori della Libia"; ancora, che non si tratta di clandestini che fuggono da Paesi in guerra, ma semplicemente di migranti economici, che sperano di arricchirsi arrivando in Occidente. Insomma, Wikileaks conferma ciò che tutti i cittadini italiani nel loro cuore già sanno e che solo l'ipocrisia di certa parte politica continua a spacciare come emergenza umanitaria, con l'aggravio dell'accusa di razzismo per chi non si vuole prestare a questo turpe commercio.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Crisi di Governo: i retroscena spiegati in tre minuti
il parlamentare lega alessandro morelli svela che...

Crisi di Governo: i retroscena spiegati in tre minuti

De Magistris: "Il sequestro della Open Arms è sadismo"
giggetto contro giggino e il capitano

De Magistris: "Il sequestro della Open Arms è sadismo"

Sono musulmane, Israele non fa entrare due deputate USA
trump tira fuori le palle: "ben fatto, odiano gli ebrei"

Sono musulmane, Israele non fa entrare due deputate USA

Nessuno vuole gli immigrati, Open Arms punta su Lampedusa
sebbene il viminale abbia detto no...

Nessuno vuole gli immigrati, Open Arms punta su Lampedusa


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU