Oltre 200 manifesti affissi in città

Trieste dichiara guerra al racket dell'accattonaggio

Lotta "all'accattonaggio organizzato, con questuanti e posteggiatori abusivi, che porta a veri e propri fenomeni di sfruttamento"

Redazione
Trieste dichiara guerra al racket dell'accattonaggio

Foto da Internet

"Spezza la catena. Fare l'elemosina per strada e dare soldi ai posteggiatori abusivi arricchisce solo le attività illecite. Sostieni le Associazioni che conoscono e aiutano i veri poveri". E' questo il messaggio della campagna del Comune di Trieste contro l'accattonaggio presentata martedì nel Municipio del capoluogo giuliano.

In città saranno affissi circa 200 manifesti (1 metro x 0.70) e 6 grandi (6 metri x 3) proprio "per sensibilizzare e richiamare l'attenzione dei cittadini", ha detto il vicesindaco Pierpaolo Roberti, "sul fenomeno dell'accattonaggio organizzato, con questuanti e posteggiatori abusivi, che porta a veri e propri fenomeni di sfruttamento".

"La campagna", ha aggiunto Roberti, "recepisce un ordine del giorno del Consiglio comunale, e si affianca alle positive applicazioni del nuovo regolamento della Polizia locale, entrato in vigore nell'aprile di quest'anno".


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Rubano in casa del prete. Che li maledice via Facebook
qualche volta tocca anche ai buonisti

Rubano in casa del prete. Che li maledice via Facebook

Salvini, Boeri lasci se non d'accordo
Il capitano interpellato a Mosca

Salvini: "Boeri lasci se non è d'accordo"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU