Individuati e rinchiusi a Regina Coeli

Due rumeni e un moldavo senza fissa dimora arrestati a Roma per stupro

Lo scorso giugno avevano iniziato a palpeggiare una donna nel rione San Saba, mettendosi poi in cerchio intorno a lei, denudandola e calandosi le braghe

Redazione
Due rumeni e un moldavo senza fissa dimora fermati a Roma, per violenza sessuale

Donna vittima di violenza

L'episodio risale al giugno scorso, quando le telecamere presenti sul muro perimetrale del collegio pontificio in Via Ercole Rosa a Roma ripresero tre uomini che, nel corso di una passeggiata insieme ad una donna, nel rione San Saba, avevano iniziato insistentemente a palpeggiarla, filmando con un cellulare l'intero accaduto. A dare l'allarme al numero unico di emergenza, la guardia giurata preposta alla vigilanza dello stabile. Chiamati a verificare la segnalazione, gli agenti della Polizia di Stato trovarono gli uomini con le braghe calate, disposti a semicerchio intorno alla donna, che era stata denudata dai tre.

Dopo aver sventato il tentativo di fuga, i poliziotti avevano poi proceduto alla loro compiuta identificazione, dando così l'input alla successiva indagine coordinata dalla Procura di Roma, volta a ricostruire gli eventi. Grazie alla assoluta concordanza dei primi riscontri investigativi (la testimonianza della guardia giurata e la cristallizzazione del fatto da parte degli agenti) il giudice per le indagini preliminari ha accolto mercoledì la richiesta di custodia cautelare in carcere, avanzata per i tre dal pubblico ministero, affidandone l'esecuzione agli uomini del commissariato Celio, guidati dalla dottoressa Stefania D'Andrea.

Trattandosi di tre stranieri, tutti quanti senza fissa dimora, il loro rintraccio in diverse zone delle capitale è stato possibile solo con un minuzioso e capillare controllo del territorio, che ha permesso agli agenti di individuare dapprima la compagna di uno dei tre e poi l'intero gruppo. I 32enni, due di origine rumena e uno nativo della Moldavia, sono stati quindi rinchiusi nel carcere di Regina Coeli.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Preso nel Milanese lo scippatore seriale. Egiziano
indovina un po'? era una "risorsa"

Preso nel Milanese lo scippatore seriale. Egiziano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU