ma chi la paga?

L'islamizzazione avanza: Sesto Fiorentino dice sì alla moschea

La Verità: "C'è un accordo tanto segreto quanto blindato tra la comunità musulmana guidata da Izzeddin Elzir e il Comune"

Redazione
L'islamizzazione avanza: Sesto Fiorentino dice sì alla moschea

Nessuna preclusione da parte del Comune di Sesto Fiorentino (Firenze), governata da una giunta di sinistra, alla realizzazione della moschea di Firenze sul proprio territorio, ma l'amministrazione comunale esclude che vi possa essere, a questo scopo, l'impiego di risorse pubbliche. I media si erano difatti chiesti da dove arrivassero i soldi per la costruzione della struttura e se a sganciarli dovessero essere gli italiani.


L'ipotesi che la moschea di Firenze possa sorgere nella vicina Sesto Fiorentino era stata prospettata mercoledì dal quotidiano La Verità. Che ha scritto: "Stanchi di non trovare posto nel capoluogo toscano, gli islamici avrebbero stretto un accordo con l'amministrazione rossa della cittadina di Sesto. Mistero sui fondi. Ancora non è chiaro se quel terreno, a un passo dal polo scientifico universitario e a meno di 500 metri dall'aeroporto Amerigo Vespucci, individuato in base ad un accordo tanto segreto quanto blindato tra la comunità musulmana guidata da Izzeddin Elzir e il Comune, verrà pagato dai musulmani o sarà un gentile omaggio della giunta di sinistra guidata da Lorenzo Falchi".


"Qualsiasi ipotesi circa l'impiego di risorse pubbliche o la messa a disposizione di terreni di proprietà comunale, a titolo oneroso e non, è destituita di ogni fondamento", dice il Comune di Sesto Fiorentino in una nota, aggiungendo tuttavia che "come riportato anche dalla stampa locale nei mesi scorsi, questa amministrazione non ha preclusioni rispetto alla realizzazione di eventuali nuovi luoghi di culto sul proprio territorio". Vale anche per le chiese o solo per moschee?

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Lecco, gang magrebina assalta i treni
siamo tornati al far west

Lecco, gang magrebina assalta i treni


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU