teatrino radical-chic nel milanese

A Bollate Sinistra fuori di cotenna: omofobico il "panino alla finocchiona"

Il menù con il "panino gay" fa imbufalire le anime belle di Sinistra. Ma un periodico locale va a fondo della notizia e scopre che...

Redazione
A Bollate Sinistra fuori di cotenna: omofobico il "panino alla finocchiona"

Lino Banfi nello sketch della finocchiona

Nel menù c'è scritto "Panino gay", perché con melanzane e finocchiona. Apriti cielo! Qualcuno s'è risentito e, ritenendo il panino - o meglio chi li prepara - "omofobico", ha fotografato il menù ed ha affidato ai social la sua protesta. Contro quel "noto affettato che rimanda a uno dei molteplici epiteti dispregiativi usati per indicare una persona omosessuale".


Non è una barzelletta; è accaduto a Bollate, alle porte di Milano, ove in un noto locale viene servito il panino politicamente scorretto. Peccato che, ma di questo evidentemente il radical-chic che ha scatenato 'sto casino non se ne è accorto, l'intera lista sia palesemente goliardica. C'è il panino Maometto, con pane arabo e prosciutto (l'Isis non ha protestato); il Lucifero, con salame piccante; l'Alì Baba (pane arabo); il panino Ulcera; il Magut e via dicendo.

La notizia, sparata sui social e anche su alcuni siti e giornali, com'era prevedibile ha spaccato in due gli utenti e i soliti benpensanti di Sinistra han gridato allo scandalo. Peccato che un settimanale locale, Il Notiziario, sia andato a fondo della storia e, intervistato il provocatorio chef ha scoperto che "quella lista di panini è così da trent'anni, che non si vuole offendere nessuno, che quella lista non è mai stata cambiata e nessuno  ha mai avuto nulla da osservare". Per inciso, aggiungiamo noi, la battuta della finocchiona e il gay è presente in un vecchio film con Lino Banfi e Johnny Dorelli.

Il Notiziario conclude amaramente: "Il punto è che in trent'anni il mondo è cambiato e quello che una volta si poteva scrivere con leggerezza adesso non lo si può più né scrivere né dire". Già, aggiungiamo noi. Ma questa è una sconfitta. Perché sacrificando sull'altare del politicamente (o ipocritamente?) corretto i radical-chic son diventati carabinieri della parola ed hanno ammazzato la libertà di ironia...


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Esclusivo / Salvini in Israele. Navon: "Populisti? Sì grazie"
dal nostro corrispondente max ferrari

Esclusivo / Israele accoglie Salvini

Esclusivo / Salvini-Israele, amore reciproco
il reportage da gerusalemme del nostro max ferrari

Esclusivo / Salvini-Israele, amore reciproco

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini
ma la chiesa si occupa di anime o di far politica?

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini

La "finestra di Overton": come la Sinistra manipola la realtà
grande fratello e lavaggio del cervello

La "finestra di Overton": come la Sinistra falsa la realtà


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU