la prima finora ricostruita in un altro sistema solare

Da una catastrofe cosmica due pianeti "gemelli diversi"

A renderli solo in apparenza simili è stato l'impatto di uno dei due con un altro pianeta

Alfredo Lissoni
Da una catastrofe cosmica due pianeti "gemelli diversi"

Foto ANSA

Ricostruita l'origine di due pianeti esterni al Sistema Solare, due 'gemelli diversi' che hanno le stesse dimensioni ma una composizione differente. A renderli solo in apparenza simili è stato l'impatto di uno dei due con un altro pianeta, nella prima catastrofe cosmica mai ricostruita all'esterno del Sistema Solare. La scoperta, italiana, è pubblicata sulla rivista Nature Astronomy e si deve al gruppo dell'Osservatorio di Torino dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) guidato da Aldo Bonomo. 


L'impatto avrebbe strappato a uno dei due pianeti una parte del suo mantello ricco di rocce e silicati, lasciando il ferro. Chiamati Kepler 107-B e Kepler 107-C, i due pianeti fanno parte del Sistema Kepler 107, composto da una stella attorno alla quale ruotano quattro pianeti e distante circa 1.700 anni luce. 

"E' un sistema molto compatto, dove i pianeti e la stella sono tutti vicini tra loro", spiega Bonomo all'ANSA. Kepler 107 B e C sono due superTerre, hanno cioè una dimensione compresa tra il raggio della Terra e quello di Nettuno, per la precisione di circa 1,5 volte il raggio terrestre. "I due pianeti - prosegue - hanno dimensioni simili, ma composizioni diverse. Kepler 107-C, più vicino alla stella, è infatti più ricco di ferro a differenza dell'altro, che potrebbe essere più simile alla Terra". 

Sulla base dei dati del telescopio spaziale Kepler e del telescopio Galileo, basato a Terra, i ricercatori ritengono che all'inizio della sua formazione Kepler 107-C abbia avuto un impatto con "un pianeta della stessa massa e che - osserva Bonomo - dopo questo evento ha perso il suo mantello di silicati, rimanendo con il ferro nel suo nucleo, più denso. Il 70% del suo nucleo è infatti composto da ferro e il 30% da rocce e silicati, contrariamente a Kepler 107 B e alla Terra, in cui il 70% è rappresentato da silicati". 

Impatti giganti tra pianeti sono stati ricostruiti e dedotti nel Sistema Solare, come quello tra la Terra e la Luna o quello che potrebbe essere alla base della composizione ferrosa di Mercurio. "Ma questa - precisa Bonomo - è la prima volta che si vede l'effetto di un impatto gigante in un sistema esterno al Sistema Solare e ci dice che ciò che è avvenuto nel nostro sistema planetario è accaduto anche fuori".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Remedello, quei dieci anni di buon governo... a guida Lega
il candidato simone ferrari fa il punto

Remedello, quei dieci anni di buon governo... a guida Lega

Quanto si muore di Aids in Italia
Hiv e Aids, gli ultimi dati dell'Istituto superiore di sanità

Quanto si muore di Aids in Italia

Indagate le motivazioni per le quali il dimagrimento viene vanificato dalla perdita di autocontrollo cagionata da logoranti stati emotivi
quando il dimagrimento è vanificato da stati emotivi logoranti

Stress e aumento di peso


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU