freddo e neve al centrosud, appello protezione civile

Allerta meteo: l'Italia nella morsa del gelo

Centinaia gli interventi dei vigili del fuoco, che hanno soccorso una sessantina di malati che dovevano raggiungere i centri di dialisi. Particolarmente colpite le zone del terremoto

Redazione
L'Italia nel gelo e sotto la neve

Foto ANSA

Non si attenua l'ondata di gelo e neve che da 48 ore ha colpito l'Italia: gran parte del centro sud è imbiancato e in tutto il paese le temperature sono scese abbondantemente sotto lo zero, con disagi alla circolazione stradale e ferroviaria, decine di strade chiuse, compresa l'A14 nel tratto abruzzese per alcune ore, aeroporti bloccati per ore. L'Anas ha sconsigliato di mettersi in viaggio in sei regioni fino a quando le condizioni meteo miglioreranno. In molti comuni dell'Abruzzo, della Basilicata, della Puglia e del Molise i sindaci hanno disposto la chiusura delle scuole per la giornata di lunedì, mentre a Isernia, Lecce, Chieti, Foggia e Pescara sono state rinviate le elezioni provinciali, previste per domani. Rinviata anche Pescara-Fiorentina, con lo stadio Adriatico completamente invaso dalla neve.


Particolarmente colpite le zone interne dell'Abruzzo, dove si sono registrati diversi blackout, del Molise, della Campania e buona parte della Puglia, dove la neve è caduta anche sul capo di Santa Maria di Leuca e si sono registrati pesanti danni all'agricoltura. Centinaia gli interventi dei vigili del fuoco, che hanno soccorso una sessantina di malati che dovevano raggiungere i centri di dialisi. "Siamo isolati e alcune abitazioni non sono raggiungibili" ha detto il primo cittadino di Montefalcone di Valfortore, uno dei cinque comuni in provincia di Benevento completamente isolati. Alla neve si sono aggiunte le temperature polari, stavolta in tutta Italia: -10 a Pordenone e Udine, -9 a Treviso e Belluno, -8 a Campobasso, Gorizia, Modena, Padova, Reggio Emilia, Trento, Verona e Vicenza, -6 a Torino, -3 a Milano, -2 a Roma, 0 a Napoli, 4 gradi a Palermo, 5 a Olbia e Trapani, le città più calde d'Italia.


Gelo anche nelle aree terremotate: -16 a Castelluccio di Norcia, -14 a Cascia, -9 a Norcia. Una situazione che e' destinata a perdurare anche nelle prossime ore. "L'evento non è ancora finito", ha spiegato il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, "ci sarà un'attenuazione in serata ma domani sono previsti nuovi fenomeni sulle zone terremotate, sull'Abruzzo e sul Molise. Dunque occorre la massima attenzione e limitare gli spostamenti". I problemi maggiori, ha aggiunto, si sono registrati soprattutto in Puglia, Sicilia e nelle zone terremotate. "Siamo in costante contatto con i sindaci di quelle aree e abbiamo sospeso tutta una serie di attività, tra cui lo spostamento delle macerie, per evitare rischi inutili. La priorità è l'assistenza alla popolazione e la viabilità, dobbiamo evitare a tutti i costi che i paesi colpiti dal sisma restino isolati".


E dormitori aperti 24 ore, per poter stare al caldo anche di giorno, e, per i senza dimora che non vogliono muoversi da dove stazionano di solito, in dono sacchi a pelo speciali, resistenti fino a 20 gradi sotto zero. Sono le iniziative dell'Elemosineria apostolica per i clochard a Roma, per volontà di papa Francesco, in questi giorni e notti di grande freddo. "Abbiamo messo a disposizione anche le nostre auto dell'Elemosineria", ha detto mons. Konrad Krajewski, "perché chi non vuole spostarsi possa dormirci dentro la notte".

L'ultima vittima del freddo, che imperversa ancora con gelo e neve in tutta Italia, è un pensionato di 81 anni, Nando Molteni, di Capriano (Monza) è stato trovato morto per ipotermia a ridosso del fiume Bevera a Briosco, non lontano da casa sua, in Brianza. L'uomo, da tempo malato di Alzheimer, era scomparso nel tardo pomeriggio di ieri da casa sua a Capriano (Monza). Si era allontanato con indosso solo un maglione e le ciabatte, senza avvisare nessuno. Ha probabilmente perso l'orientamento e, col sopraggiungere del buio, non è riuscito a rientrare.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"
"A Dio quel che è di Dio, a Cesare quel che è di Cesare"

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU