La minoranza si fuma Renzi

Il PD si lacera sul Referendum

“No al Governo del Capo”, con queste parole l’ex segretario Bersani liquida il premier e la sua riforma

Andrea Lorusso
IL PD SI LACERA SUL REFERENDUM

Foto dolcevitaonline.it

La settima Leopolda di Matteo Renzi si chiude come la presentazione del settimo melafonino della Apple, una serie di modelli tutti uguali a sé stessi, venduti come rivoluzionari. E’ stata la festa del PD rottamatore, quello blindato del Segretario che mal digerisce le minoranze interne, e adesso che ha incassato pure il “Sì” al Referendum di un contrario come Gianni Cuperlo, tira dritto per la sua strada facendosi beffe e istigando i fischi della platea nei confronti dei D’Alema di turno: “I leader del No hanno un solo obiettivo: Tornare al potere. E sanno che il 4 dicembre è la loro ultima occasione per rientrare in pista. È tutta lì la loro partita, della riforma non gli frega niente. Gli stessi che 18 anni fa decretarono la fine dell'Ulivo perché non erano loro a guidarlo, oggi cercano di decretare la fine del Pd perché hanno perso il congresso.

Ed è proprio l’ex più alto dirigente democratico, Pierluigi Bersani a rispondere al premier: “I leopoldini possono risparmiarsi il fiato, vanno già fuori parte dei nostri. Io sto cercando di tenerli dentro, ma se il Segretario dice ‘fuori fuori’, bisognerà rassegnarsi. Ho provato una grande amarezza. Vedo un partito che sta camminando su due gambe, l'arroganza e la sudditanza. Cosi non si va da nessuna parte.” E prosegue: “Sul tema della Costituzione non esiste una disciplina di partito. Il segretario deve dare l’indicazione, poi ognuno sceglie con la propria testa. Un partito che è al governo e ha la maggioranza in Parlamento e pone la fiducia sull'Italicum non può certo cavarsela con un foglietto fumoso. Penso che Renzi voglia tenersi mano libera, altrimenti ci sarebbe stato qualcosa di serio. Il 'no' al referendum è un modo per far saltare l'Italicum, il resto sono chiacchiere. Su quel foglietto c'è scritto stai sereno, ma io voto no.  Mi preoccupa l'incrocio tra il referendum e l'Italicum, con un 'governo del capo' e parte del Parlamento nominato. Non sto parlando di noccioline. Non posso tollerare questo rischio con conseguenze gravissime, mi spiace.”

Una guerra intestina, tutta interna ad un Governo che tenta di farsi una Costituzione su misura, ignorando lo spirito Costituente che dovrebbe fondare la Carta più alta. Ma il sarto funebre che sta cucendo questa Riforma, non aveva considerato i litigi in famiglia, non tutti vogliono pagare il prezzo di questo Epitaffio sul 1948.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU