inchiesta mafia capitale

Appalti in Comune a Roma: in 20 a processo

Pesanti le imputazioni: associazione a delinquere, fattispecie tributarie, turbativa d'asta, falso e truffa. Tra gli imputati anche l'imprenditore Fabrizio Amore

Redazione
Appalti in Comune a Roma: in 20 a processo

Associazione a delinquere, fattispecie tributarie, turbativa d'asta, falso e truffa ai danni del Comune di Roma. Per queste accuse la Procura della Capitale, a seconda delle singole posizioni, ha chiesto il processo per venti persone accusate. Tra gli imputati anche Fabrizio Amore, imprenditore di 59 anni e Maurizio Anastasi, ex responsabile della direzione tecnico-territoriale della sovrintendenza dei beni culturali.

Per questi fatti nei mesi scorsi erano state emesse una serie di ordinanze di custodia cautelare. Tra gli appalti al centro dell'indagine anche quello relativo ai lavori per la sala Giulio Cesare dove si riunisce il Consiglio comunale. La vicenda anche da diversi organi di stampa è stata collegata all'inchiesta Mafia Capitale, anche per via delle verifiche che sono state effettuate dagli investigatori negli impianti per l'emergenza abitativa.


"Una serie indefinita di reati tributari, turbativa d'asta, falso e truffa", si legge. Il reato associativo è ipotizzato a carico oltre che di Amore, anche di altre 7 persone, tra cui alcune sue collaboratrici e responsabili di strutture d'accoglienza chiamate in causa nella vicenda di evasioni fiscali e raggiri ai danni dell'amministrazione. Le imposte non pagate ammontano complessivamente a diverse centinaia di migliaia di euro.


Secondo chi indaga Amore era così sicuro di vincere la gara per il restauro dell'aula Giulio Cesare (importo iniziale: un milione e 200 mila euro) tanto da stipulare contratti ed effettuare pagamenti in acconto ai subappaltatori alcuni giorni prima dell'apertura delle buste contenenti le offerte. Il pubblico ministero che ha firmato le richieste di rinvio a giudizio è Giuseppe Deodato. Il gup Pierluigi Balestrieri il 14 novembre deciderà sulle richieste della pubblica accusa.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Incidente causato da Paolini, la donna più grave è morta
accusa di omicidio stradale per l'attore

Incidente causato da Paolini, la donna più grave è morta

Igor il russo: "Dio mi ha ordinato tre omicidi"
il killer serbo agli psicologi del carcere

Igor il russo: "Uccidevo per conto di Dio"

Maltrattavano i bambini dell'asilo, tre anni all'ex titolare
A maestra e a ex coordinatrice 16 mesi e 7 mesi

Maltrattavano i bambini dell'asilo, tre anni all'ex titolare


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU