Abusivismo edilizio

Licata abbandonata. Ed il sindaco si aggrappa a Crocetta: “Non lasciateci soli”

Nel comune agrigentino su disposizione della Procura debbo essere demoliti centocinquanta immobili, ma l’ente non ha le risorse economiche e non si sente sostenuto dalla Regione

Fabio Cantarella
Il sindaco di Licata scrive a Crocetta: “non lasciateci da soli”

Il Comune di Licata, in provincia di Agrigento, non ha i soldi per abbattere 150 immobili abusivi e il sindaco Angelo Cambiano si rivolge al governatore Rosario Crocetta e al presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone chiedendo di non lasciarlo da solo e creare piuttosto un coordinamento in materia: “La questione ha assunto enormi dimensioni", scrive il sindaco Cambiano, " e non può essere affrontato soltanto da un sindaco o da un dirigente che rimangono esposti a subire, come è successo, atti intimidatori, e che non hanno strumenti per legiferare. Il problema che risale agli anni Novanta non può essere affrontato solo a livello locale anche per le note difficoltà economiche che stanno vivendo tutti i Comuni”.

Il 19 settembre riprenderanno le demolizioni a Licata. Il Comune ha già ricevuto dalla Procura della Repubblica di Agrigento l'elenco dei nuovi 150 immobili abusivi da radere al suolo. Agli ormai ex proprietari sono state notificate le prime 44 ordinanze. Gli immobili abusivi già acquisiti al patrimonio del Comune sono complessivamente 250.

Per questo il sindaco Angelo Cambiano adesso chiede un incontro urgente al presidente dell'Ars Giovanni Ardizzone e al governatore della Regione Siciliana Rosario Crocetta per creare un coordinamento regionale sul fenomeno dell'abusivismo. Siamo di fronte ad una richiesta più che legittima da parte del sindaco. I comuni non possono essere abbandonati a se stessi davanti a provvedimenti che mirano a ripristinare la legalità servendo da monito anche per tutti gli altri.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU