la squadra egiziana gioca in tuta

Rio2016, va in scena il Medioevo

Contro la Germania le atlete nordafricane della pallavolo femminile rappresentano la contrapposizione delle culture

Alessandro Morelli
Rio2016, va in scena il Medioevo

Una foto che rappresenta due mondi differenti. Da un lato Laura Ludwig, campionessa tedesca che scende in campo in costume su una spiaggia per la sfida di beach volley senza alcuno scandalo nella sua perfetta fisicità, dall'altra Doaa Elghobashy, una schiava dell'Islam fondamentalista che, in ossequio ai dettami del Corano, si copre quasi a nascondere le "vergogne" di un fisico da atleta. Dove sono le Boldrini di turno a lamentare dei diritti e libertà della donna? Si obietterà: ma coprirsi come una mummia è scelta libera. Potrebbe essere, fosse una stramba moda dalla breve durata.


Invece ad istituzionalizzare l'obbligo arabo di portare il velo furono i giuristi musulmani 1.400 anni or sono. Il velo non è libertà da 14 secoli e il fatto che ad obbedire alla tradizione sia una donna proveniente dall'Egitto, considerato tra i paesi più laici del mondo musulmano, ci dovrebbe preoccupare pesantemente. Invece la stragrande maggioranza dei media riporterà questa immagine come una forma di vestiario "esotico" non dando la valenza drammatica di quanto sta avvenendo in questi giorni a Rio 2016: l'utilizzo dello sport per far passare come "normali" o al massimo "stravaganti" realtà che sono distanti dalla cultura di libertà che dopo i due conflitti mondiali hanno pervaso il mondo nel XX Secolo. IlPopulista non intende fare passi indietro: noi siamo contro l'oscurantismo islamista che nulla a a che fare con la libertà di culto.


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU