Per chi spera che là fuori qualcuno ci sia

Contact, la Bibbia della fantascienza

Amate i film di fantascienza? C’è una guida che fa per voi. Si intitola “Contact; tutti i film su UFO e alieni”, di Roberto Chiavini, Gian Filippo Pizzo, Michele Tetro (Corrado Tedeschi Editore)

Stefania Genovese
Contact, la Bibbia della fantascienza

C'è qualcuno là fuori? Per la science fiction sì, così come sin dai tempi più remoti si è creduto che fosse possibile viaggiare nello spazio utilizzando le idee più bizzarre e le macchine più assurde

Sino dai primi tempi in cui Méliès proponeva le versioni filmate degli avvincenti capolavori di Jules Verne, ricchi di visioni futuribili, e ridondanti di implicazioni psicologiche che scuotevano nel profondo, la fantascienza ha affascinato e inquietato generazioni di spettatori, irretiti dall’effetto speciale di vedere il futuro sullo schermo, con le sue creature fantastiche, i suoi nuovi mondi da esplorare, e le nuove frontiere proiettate verso una tecnologia cosmica ed esogena. L’ultima interessantissima produzione di “storia del cinema alieno” propostaci dai nostri valenti critici cinematografici Roberto Chiavini, Gian Filippo Pizzo, Michele Tetro, ci offre, indiscutibilmente la molteplicità degli approcci possibili all’interno di tale universo.



Tra le visioni del futuro, uno dei riferimenti d’obbligo è sicuramente la plurifamosa e recentemente, reinterpretata da S.Spielberg, “La Guerra dei mondi”, per poi proseguire con “La Terra contro i Dinosauri”, “Andromeda”, E.T.,” Viaggio nella Luna”, “Starman”, e tanti altri kolossal che hanno segnato un epoca! Questo libro può essere così, giustamente considerato, un saggio in cui poter trovare schedate nei dettagli più ricercati i principali film storici di fantascienza nonché un sintetico a preciso compendio di tutte quelle realizzazioni letterarie, trasposte poi sul grande schermo, riguardanti gli UFO, ed il rapporto extraterrestri-uomo. Il proposito di Chiavini, Pizzo, e Tetro è stato dunque quello di concentrare il tutto su una linea di ricerca ben precisa che evidenzia quanto “la science-fiction” ha ottenuto un grande successo nell’immaginario perché risponde al bisogno di mito e di leggenda dell’uomo contemporaneo, e che, in qualche modo riveste lo stesso ruolo che in passato avevano avuto i poemi di Omero e Virgilio, le saghe di Artù e dei Nibelunghi, nonché le leggende presenti in tutti i popoli della Terra, perché l’anelito alla scoperta ed alla avventura, nel cammino verso l’altrove ed il diverso rappresentano un patrimonio evolutivo dell’intera umanità.
“Contact; tutti i film su UFO e alieni”, si confronta anche con l’evoluzione tecnologica, considerando le mutazioni operate nel presente dall’irruzione dell’universo informatico e dei mondi virtuali, sottolineando le mutazioni consone ai tempi, degli sceneggiati e dei films, come “V-Visitors”, “Independence Day”, ed ancora “X-Files” ed il recente “Taken”, ad esempio. Inoltre si può giustamente affermare che l’eterogeneità dei saggi raccolti nel volume assicura una molteplicità di riflessioni critiche ed estetiche, in cui la fiction cinematografica diventa lo strumento privilegiato di indagine, capace di evocare e rispecchiare il cambiamento comunicativo e percettivo sancito dalle nuove tecnologie. Questo testo fa interagire il piano della percezione estetica con quello della riflessione concettuale. Tra i vari saggi, sono anche ospitate numerose letture di film ritenuti centrali nell’interazione tra umano e tecnologico: “2001 Odissea nello Spazio”, “La Terra contro i dischi volanti”, “L’invasione degli ultracorpi”, “K-Pax da un altro mondo”, per citarne solo alcuni.



D’altronde le inquietudini del presente e le paure per il futuro prossimo si sono spesso incarnate negli alieni, figure chiave di molti film di fantascienza: gli autori scelgono dunque nel loro libro di analizzare il periodo compreso tra il 1949 fino al 2004: pur con numerosi richiami alla fantascienza agli anni antecedenti, già abitati, inconsciamente, dalla paura dell’altro. Appassionato e stimolante, il libro utilizza il cinema come contenitore di suggestioni critiche, metafore più o meno esplicite, espressioni dell’immaginario nella interazione UFO-terrestri: dalle tensioni degli anni settanta all’ambiguità degli anni ottanta, sospesi tra l’ottimismo spielberghiano e le inquietudini più fosche, per giungere anche a trattare le variazioni erotiche come in “Bikini extraterrestri” o quelle piene di humour come in “I Marziani hanno dodici mani” per giungere negli anni novanta a una “poetica della nostalgia”, come in “Il ritorno di Superman” riscoprendo inoltre pellicole sconosciute come “Pitch Back e “Guida galattica per gli autostoppisti”. In conclusione questo libro di Chiavini, Pizzo e Tetro già autori del “Il grande cinema d fantascienza”, e di “Il grande cinema di fantasy” è una chicca impedibile per i cultori e gli appassionati di questo genere; inoltre la prefazione dello stesso è curata dall’ormai intramontabile “guru” dell’ufologia nostrana, nonché presidente del Centro Ufologico Nazionale, Roberto Pinotti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Firenze ricorda Oriana
convegno internazionale sulla fallaci

Firenze ricorda Oriana

FLAT TAX, il libro della rivoluzione fiscale
Shock fiscale, ecco il manuale

Flat Tax, il libro della rivoluzione fiscale

Isis spa. Chi c'è dietro il Califfato?
in libreria dal 27 settembre

Isis spa. Chi c'è dietro il Califfato?


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU