notabili note

State sereni, italiani. Almeno quanto Enrico

0
Edoardo Varini

Edoardo Varini

Dopo anni, dopo decenni di editoria e comunicazione mi sono reso conto che senza una precisa scelta d'azione lo scarto tra la parola e lo stato delle cose è incolmabile. Se questo scarto era tollerabile un tempo, quando all'incirca il nostro Paese viveva in un sostanziale benessere, ora non lo è più. In ragione di 5 milioni di poveri e stipendi e pensioni da fame non lo è più. In ragione di riforme di cartapesta e malgoverno non lo è più. Non è tornato il tempo dell'impegno, è giunto per la prima volta. Quello degli anni Settanta era un impegno ideologico spesso, troppo spesso avulso da una reale cognizione della condizione socio-economica delle persone. L'impegno di oggi – ancora di pochi ma è sufficiente contarsi ogni giorno per vedere che il numero cresce – ha dalla sua la forza del bisogno e la lucidità di un pensiero nuovo forgiato dallo scontro quotidiano con quell'entropia che il capitalismo sregolato unito ad una malintesa idea di sinistra senza volto né identità vorrebbe trionfante ma ancora non lo è. Opporsi a questa disumana insensatezza è un dovere. Doverosamente scrivo allora queste notabili note.

State sereni, italiani. Almeno quanto Enrico

State sereni, italiani. Almeno quanto Enrico. Arrieccolo, il governissimo, per il presunto bene della Nazione. Che non si andasse ad elezioni anticipate lo sapevamo tutti, prima di tutti le tasche dei parlamentari, la maggioranza dei quali non avranno alcuna possibilità di essere nuovamente eletti. Eccoli allora attaccati alle poltrone come Innocenzo X: ma non quello di Velázquez, quello dal ghigno satanico di Bacon. Lunedì dimissioni del boy scout, congelate fino al pomeriggio odierno, per dar modo al Senato di approvare con fiducia tecnica la Legge di stabilità. Avvenuto, due ore fa.


Al Presidente Mattarella, nella mattinata di ieri, – dopo la presentazione in Auditorium Antonianum dell'imperdibile volume autobiografico di Carniti Pierre il sindacalista Pensiero, Azione Autonomia – qualcuno ha fatto notare che dalla Finanziaria sono spariti i 50 milioni per curare i tarantini che convivono con l'Ilva e per le zone terremotate.

Ma soprattutto, verso l'ora del tè, un secondo ambasciatore gli ha rilevato che la Consulta ha fissato a fine gennaio l'udienza pubblica sui profili di incostituzionalità dell'Italicum, il che significa che prima di allora vietato finanche pensare alle lezioni.

Ve lo dicevo: dev'essere governissimo. Anche se il buon Matteo assicura che il governo del "dentro tutti" non sarà certo lui il segretario pidiessino a farlo. Dunque state sereni italiani, almeno quanto lo è stato Enrico.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU