La leader dell'AfD all'Espresso

L'anti-Merkel Frauke Petry sogna una Germania senza euro, Ue e immigrati

Il suo modello per limitare l'invasione dell'Europa è il premier ungherese Viktor Orban, che si è comportato come "avrebbe dovuto fare la politica europea"

Redazione
L'anti-Merkel Frauke Petry sogna una Germania senza euro, Ue e immigrati

Angela Merkel e Frauke Petry. Foto ANSA

41 anni, madre di quattro figli, un dottorato in chimica: Frauke Petry è l'astro nascente del panoramo politico tedesco che aspira a scalzare, l'attuale cancelliera Angela Merkel. Cresciuta nella ex Ddr, la leader dell'AfD (Alternative für Deutschland - Alternativa per la Germania) da circa un anno e mezzo, ha portato il partito a mettere a segno alle scorse regionali uno storico 20% in Pomerania - feudo elettorale della Cancelliera - e un altrettanto ragguardevole 25% in Sassonia, che sarà il suo collegio alle elezioni del prossimo autunno. Elezioni che si preannunciano - lo ha affermato anche la Merkel - come "le più difficili dalla riunificazione tedesca del 1990".

Intervistata dall'Espresso a fine novembre, la giovane anti-Merkel ha tratteggiato i confini del Paese che vorrebbe costruire, e di un progetto politico radicalmente diverso da quello proposto dall'attuale cancelliera. Per quanto riguarda la politica interna, la Petry ha idee molto: le parole d'ordine del suo movimento sono "la fine dell'euro, la riforma dell'Unione europea, un programma diverso sull'immigrazione e nuove politiche per la famiglia". E per l'estero? "Penso che Trump rappresenti un buon cambiamento democratico e spero possa portare discontinuità in politica estera, soprattutto nei rapporti con la Russia. Hillary Clinton mi ricorda Angela Merkel: incarnano l'establishment, il potere. Trump è il rinnovamento".

Quanto all'Ue, la leader dell'AfD è convinta che, se non cambierà radicalmente, potrebbe avere le ore contate: "Se l'Unione non cambia radicalmente, se non ritorna allo spirito dei Trattati di Roma del 1957, molti paesi come Danimarca, Austria o Paesi Bassi potrebbero chiedere di uscire. E a quel punto anche la Germania, specialmente se scopriremo che il Regno Unito dalla Brexit avrà tratto dei vantaggi economici". Sull'immigrazione, Petry ha le idee ancora più chiare: il suo modello per l'Europa è il premier ungherese Viktor Orban, che si è comportato come "avrebbe dovuto fare la politica europea". Orban, però, per Petry è già in buona compagnia: perché anche in altri Paesi "spira un vento ostile alla retorica delle frontiere aperte".

La leader dell'AfD ha anche confermato una sua affermazione che fece molto scalpore, a proposito della possibilità che la Polizia di Frontiera usi le armi per difendere le frontiere: "È la nostra legge a dire che come ultima ratio si possono usare le armi!", ha sottolineato. La sua ricetta per limitare gli ingressi è quella già affermata in passato: "Semplice, dobbiamo trovare due isole extraeuropee, una per le donne e i bambini e una solo per uomini. Tutti i clandestini in attesa di una collocazione, compresi quelli che per non essere rimpatriati fanno finta di non sapere da dove arrivano, li mettiamo lì, a tempo indeterminato. Sotto l'egida dell'Onu e trattati con umanità, s'intende. Ma senza più farli gravare sul nostro sistema sociale. Voglio proprio vedere se non si fanno tornare la memoria e non ammettono la loro reale provenienza".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU