Risparmiatori truffati, banchieri graziati

Salvini, no al salva banche: "Il governo truffa gli italiani per aiutare gli amici"

"Al governo abbiamo dei complici, delle marionette, dei burattini di Soros, della Merkel e di Francoforte." Grazie alla Lega, bocciati 97 milioni di euro per il golf

Redazione
Salvini, no al salva banche: "Il governo truffa gli italiani per aiutare gli amici"

Da Facebook

"Il palazzo alle nostre spalle sta truffando gli italiani, tiene nascosti i nomi di quelli che si sono intascati milioni di euro dalle banche senza restituirli. I banchieri vengono salvati e vengono aiutati gli amici degli amici. Noi chiediamo che venga fatta chiarezza; se approvano il decreto così com'è questo palazzo noi lo circondiamo" ha affermato martedì Matteo Salvini, nel corso di un sit in di protesta fuori dal Senato contro il decreto salva banche. "Al governo abbiamo dei complici, delle marionette, dei burattini di Soros, della Merkel e di Francoforte. Sentire gli sproloqui di Draghi, Calenda e Padoan mi fa vergognare del fatto che siano gli italiani a pagare lo stipendio a queste marionette che difendono un euro ed un'Unione Europea che stanno massacrando l'Italia ed il futuro degli italiani" ha dichiarato il segretario della Lega.

"Risparmiatori truffati, banchieri graziati": è questo uno dei cartelli che i parlamentari leghisti hanno esposto fuori palazzo Madama contro l'approvazione del decreto. Tra i cartelli anche uno che raffigurava l'ex premier Matteo Renzi con due sacchi carichi di soldi e la scritta "in galera chi ruba i risparmi". Su un altro invece c'era scritto "Governo Gentiloni vergogna, risparmiatori truffati" e su un altro "Renzi e Boschi vergogna". Salvini non ha mancato di affrontare anche la questione delle elezioni politiche: "Siamo pronti a fare le primarie e le secondarie e confrontarci con i cittadini. Chi scappa dal voto e dai cittadini non ha la coscienza a posto" ha detto. "Mi rifiuto di parlare di legge elettorale mentre la disoccupazione giovanile è al 40%, ne parlino gli altri. Noi vogliamo votare il prima possibile con qualunque legge elettorale".

Proprio grazie alle proteste della Lega, mercoledì mattina il presidente del Senato, Pietro Grasso, prima dell'avvio della discussione generale in Aula ha dichiarato inammissibile l'emendamento voluto dal Pd al decreto banche sulla garanzia dello Stato, per un ammontare fino a 97 milioni di euro, per la competizione di Golf "Ryder Cup" che verrà ospitata nel 2022 in Italia. Matteo Salvini martedì aveva definito "pazzesco" l'inserimento di tale finanziamento all'interno del decreto, già criticato perché aiuta i banchieri senza dare alcuna garanzia ai risparmiatori truffati. "Ma cosa c'entra il golf con Banca Etruria? Aspetto le spiegazioni di buonisti e piddini" aveva scritto martedì il leader leghista. Grasso non ha potuto far altro che dargli ragione, ammettendo che quell'emendamento non c'entrava nulla con la finalità propria del decreto.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano
grimoldi: "mogherini? chiamate chi l'ha visto"

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara
colpito il capo dell'Esercito

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara

Salvini: "Taglio pesante delle tasse sarà centro della manovra"
"Ci lavoriamo giorno e notte. Parleremo con amici governo"

Salvini: "Taglio pesante delle tasse sarà centro della manovra"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU