Che vergogna...

Mentre gli italiani muoiono per il freddo, i clandestini stanno al caldo negli hotel

Abbandonati e dimenticati, purtroppo non sono stati fortunati come le migliaia di immigrati che manteniamo, spesso dentro resort o alberghi stellati

Redazione
Mentre gli italiani muoiono per il freddo, i clandestini stanno al caldo negli hotel

Non accenna a placarsi la morsa del freddo che sta attraversando l'Italia, piegando soprattutto le regioni del centro sud con gelo e neve. Il maltempo, oltre a provocare disagi nella circolazione e nei trasporti, ha causato la morte di diverse persone negli ultimi giorni. Le temperature rimangono molto basse da nord a sud e i primi a farne le spese sono stati i senzatetto: sei tra venerdì e sabato i clochard vittime del gelo. Tra loro, cittadini italiani che a causa della crisi economica o delle disavventure della vita si sono ritrovato in pochi anni senza un lavoro né una casa, e che non sono stati fortunati come le migliaia di clandestini che manteniamo al caldo, spesso dentro resort o alberghi stellati, senza che abbiano nemmeno il diritto a rimanere sul territorio italiano.

Da Milano a Messina, da Firenze a Caserta, è stato un susseguirsi di tragiche notizie inerenti persone costrette a vivere all'addiaccio decedute per assideramento. Ha avuto particolare rilievo il caso di un uomo di 44 anni, napoletano, che è morto a causa del freddo ad Avellino ed è stato ritrovato al risveglio da un amico con cui divideva un rifugio in un ex centro commerciale del Mercatone: lo scorso inverno era stato intervistato da un'emittente locale, alla quale aveva raccontato la sua storia chiedendo un aiuto che, purtroppo, non è mai arrivato. Difficile anche la condizione dei terremotati del centro Italia: le temperature in picchiata hanno portato il gelo all'interno delle tende e dei container, mentre si attendono ancora le casette in legno.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ai nostri figli danno il cibo africano
L'iniziativa è del Comune di Azzate

Ai nostri figli danno il cibo africano

Questa nave costa 341mila euro al mese. Per farci invadere.
Organizzazioni Non Governative ma col portafoglio

Questa nave costa 341mila euro al mese. Per farci invadere


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU