Il business dell'accoglienza

Il prefetto di Brescia: l'80% dei richiedenti asilo non scappa da nessuna guerra

Valerio Valenti spiega al Corriere che 8 aspiranti profughi su 10 sono a tutti gli effetti clandestini, senza alcun requisito per ottenere lo status di rifugiati

Redazione
Il prefetto di Brescia ammette: l'80% dei richiedenti asilo non scappa da nessuna guerra

Clandestini che protestano perché non vogliono venire identificati. Foto ANSA

Mentre l'emergenza immigrazione non accenna a placarsi, con il Viminale che pretende migliaia di nuovi posti letto e gli enti locali che rispondono di non avere più disponibilità, mentre gli italiani vengono sfrattati dagli ospedali per far posto agli extracomunitari, che ogni giorno si rendono protagonisti di innumerevoli episodi di criminalità e violenza, arriva un'importante ammissione da parte di un uomo che della struttura del ministero dell'interno, capeggiato da Angelino Alfano, fa a tutti gli effetti parte.

Valerio Valenti, che di mestiere fa il prefetto a Brescia, in un'intervista pubblicata ieri sul Corriere della Sera nella quale definisce l'accoglienza un "business", parlando dei 1.802 clandestini aspiranti profughi ospitati nel territorio di sua competenza, ha comunicato i risultati della commissione per il riconoscimento del diritto di asilo: "L'80% non ha i requisiti" - ammette il prefetto. - "A quel punto l'immigrato perde il diritto all'accoglienza e lascia la struttura". E una volta lasciata la struttura, che fine fa quello che a tutti gli effetti è un clandestino? Valenti non lo dice ma lo lascia intuire, terminando l'intervista con quello che appare un preciso atto di accusa sull'operato del governo: "Mancano accordi bilaterali per rimpatriarli".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU