Disaccordo con Albamonte

Il vice presidente ANM: "Riina? Resti in carcere, si inginocchi e chieda scusa"

Secondo il PM Sangermano, il boss di Cosa Nostra "ha una sola strada davanti a sé: pentirsi e raccontare se vi sono mandanti occulti nelle stragi di mafia"

Redazione
Il vice presidente ANM: "Riina? Resti in carcere, si inginocchi e chieda scusa"

Foto ANSA

"Non conosco il provvedimento della Cassazione su Riina e lo rispetto profondamente. È evidente che dietro c'è un ragionamento giuridico e umano, ma non lo condivido". Il vice presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati, il PM Antonio Sangermano, non ha dubbi sulla sorte del boss di Cosa Nostra: "Deve rimanere in carcere. Deve essere curato in carcere nella dignità ma nel rispetto dei rigori del 41 bis". Sangermano è su una posizione diversa dal presidente dell'ANM Albamonte secondo il quale la sentenza della Cassazione sul diritto a morire dignitosamente dimostra che "lo Stato è più forte della mafia".

"Il fatto che la Cassazione riesca a porre un tema umanitario rispetto a un soggetto che ha dimostrato con la sua condotta criminale il massimo della disumanità - ha detto Albamonte - rende quasi orgogliosi di una giustizia che riesce a ragionare in termini di diritti nei confronti di chi ha negato diritti agli altri". Sangermano, invece ha dichiarato giovedì che "la giustizia non è vendetta ma non può essere oblio e dimenticanza del dolore inflitto alle vittime e del dovere di punire i delitti".

Secondo il vice presidente dell'ANM, "Riina ha una sola strada davanti a sé: pentirsi e raccontare se vi sono mandanti occulti nelle stragi di mafia, contatti con soggetti deviati che abbiano garantito la sua latitanza. Se vi siano state trattative con soggetti istituzionali e raccontare, infine, tutto sulle stragi di mafia comprese quelle del 1993. Infine inginocchiarsi e chiedere scusa alle vittime per il dolore loro inflitto".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sbaglia l'assegno per il funerale del nonno, lo Stato lo maximulta
accusato di aver violato le norme antiriciclaggio

Sbaglia l'assegno per il funerale del nonno, lo Stato lo maximulta

Rubato pc con software per cure malati. Il primario: "serve a salvare pazienti"
raccogliamo l'appello di un primario di palermo

Rubato pc per le cure ai malati: restituitelo, serve a salvare pazienti!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU