DISCRIMINAZIONE A ROVESCIO

Nel milanese piscine per sole musulmane

Avevano voluto la piscina per sole donne islamiche e l’hanno ottenuta. Accade alle porte di Milano

Redazione
Nel milanese piscine per sole musulmane

Il corso di nuoto è stato chiesto l'anno scorso dalla comunità musulmana di Sesto S.Giovanni, nel milanese, occupando l’impianto solo un’ora a settimana, impiegando solo personale femminile e vietando totalmente l’accesso agli uomini, per obbedire ai dettami del Corano. Ma l’iniziativa non era piaciuta a Forza Italia, che, attraverso il capogruppo Roberto Di Stefano, aveva depositato un esposto, indirizzato al prefetto di Milano e al ministro dell’Interno, per “segnalare i comportamenti illegittimi” del sindaco. Comportamenti ritenuti discriminanti nei confronti degli italiani.


“Forse il sindaco finge di non ricordare che la nostra Costituzione è sacra”, aveva spiegato Di Stefano, “e che è nata attraverso lotte, vittorie e conquiste portate avanti dalla voglia di democrazia sia di donne che di uomini che hanno sacrificato la loro vita per raggiungere la libertà. Chi desidera far parte della nostra società deve rispettare gli insegnamenti e le leggi che ci hanno tramandato i nostri avi. Nella piscina di via Marzabotto si assiste alla classica situazione di discriminazione al contrario”.

“Pur rispettando il fattore religioso e culturale”, aveva detto Di Stefano, “trovo sconsiderata la promozione di un’iniziativa che impone la chiusura di una struttura pubblica agli uomini, seppur per poche ore. Se avessero scelto un impianto privato non avrei avuto niente da dire ma qui si tratta di un impianto pubblico”.


Il paradosso è che un’analoga situazione, a Bergamo, nel 2009, aveva suscitato la reazione negativa dell’imam della Moschea di Milano e vicepresidente del Coreis Yahya Pallavicini, che aveva bocciato l’iniziativa dei gestori di una piscina bergamasca, commentando: “Francamente mi lascia perplesso questo eccesso di sensibilità che rischia di produrre artifici sociali: con la volontà demagogica di accontentare tutti senza capire le reali motivazioni di alcuni interlocutori, come questo gruppo di donne musulmane, si stravolge il carattere della nostra cultura e si scade in un relativismo che non favorisce l’integrazione ma rischia di legittimare dei ghetti”.

Oggi la comunità musulnana è tornata alla carica e, in un post sul sito Informazioni sull'Islam, il webmaster si è lamentato che "per trovare cose simili occorre andare in Austria o in Germania. Il Frauenschwimmen (la piscina per donne velate; NdR) è una realtà consolidata oltreconfine, come adesempio a Vienna e Monaco, due città che da decenni conoscono il fenomeno dell'immigrazione dai paesi musulmani. A Vienna, varie piscine pubbliche offrono orari riservati alle sole donne, musulmane e non. Stesso discorso a Monaco, dove dal 2003 una piscina comunale, il mercoledì, ha l'intero pomeriggio riservato alle donne".


Sempre nello stesso sito si legge: "In passato qui in Italia ci sono stati dei tentativi (mai andati a buon fine) per inziative simili ad Imperia, Bolzano e Bergamo, dove è stata la diocesi del luogo a mettere a disposizione la sua piscina. Ma i nostri 'amici' della Coreis hanno bocciato subito l'idea sostenendo che 'dividere per ore la giornata per gruppi etnici o religiosi nelle piscine comunali non contribuisce a favorire il dialogo, la conoscenza dell'altro e l'integrazione'. Chissà cosa intendevano, forse che per integrarsi le nostre donne debbono mettersi mezze nude davanti agli uomini? La hawla wa law quwwata illa billah".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Spagna, i Sacramenti diventan tecnologici
Confesor GO, app per chi vuole confessarsi

Spagna, i Sacramenti diventan tecnologici


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU