8 maggio 1982

Una curva, un brivido. Il resto è leggenda

A 34 anni dalla scomparsa Gilles Villeneuve, il pilota è ancora un mito vivente

Fabio Montoli
Una curva, un brivido.  Poi è leggenda

Foto ANSA

Mancano ormai pochi minuti alle 14, e la sessione delle qualifiche del sabato sta per volgere al termine. Siamo a maggio, in Belgio, sul circuito di Zolder, tra i boschi nella foresta delle Fiandre, l'aria è ancora frizzante e anche le ruote delle monoposto faticano a tenere la giusta temperatura.

La Ferrari 27 del piccolo pilota canadese, ottavo fino a quel momento, affronta la curva "Terlamenbocht", la curva del bosco, a 227 km/h. E' l'ultima possibilità per lui di conquistare i primi posti in griglia. La vettura che lo precede si sposta a destra per lasciarlo passare, ma per Villeneuve la curva, quello sempre, va affrontata lungo la traiettoria più veloce, e sulla Terlamer si va a destra, all'interno. Il resto della storia lo conosciamo, la lenta March di Jochen Mass, l'urto, il decollo, la rete di protezione, la carambola della vettura, le scarpe da una parte, il casco da quella opposta.

Enzo Ferrari in uno dei suoi ultimi giorni, sorprendendo quanti gli erano vicino, disse: "Il mio passato è pieno di dolore e di tristi ricordi: mio padre, mia madre, mio fratello e mio figlio. Ora quando mi guardo indietro vedo tutti quelli che ho amato. E tra loro vi è anche questo grande uomo, Gilles Villeneuve. Io gli volevo bene".

Il cuore di Gilles quel giorno non si ferma subito, batte regolare per molte ore ancora, inarrestabile, come lui. Sono le 21.12 quando quel piccolo uomo da 156 cm e da 50 kg diventa il sogno, la leggenda, la favola da raccontare ai piloti futuri, ai figli e al mondo. Un brivido, la sua storia, ancora oggi, lungo tutto il corpo. Un brivido come la sua breve vita.

Sono passati 34 anni. La Ferrari 27 del piccolo pilota canadese, ottavo fino a quel momento, affronta la curva "Terlamenbocht", la curva del bosco, a 227 km/h. È la sua ultima curva, pole position conquistata.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Morta banda ladri di ladri rom, nell'auto monili e arnesi da scasso
di origine serba, risiedevano in campo nomadi

Morta banda di ladri rom, nell'auto monili e arnesi da scasso

L'Unione Africana: "Chi ci dipinge male provoca le partenze"
senatore ruandese sconfessa le balle dei buonisti nostrani

L'Unione Africana: "Chi ci dipinge male provoca le partenze"

Arrestato il capo ultras Inter Piovella
Per il gip di Milano è "pericoloso e reticente"

Arrestato il capo ultras Inter Piovella


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU